Sentenza Cucchi. Assolti tuttiTribuno del Popolo
domenica , 26 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Sentenza Cucchi. Assolti tutti

La corteD’appello accoglie la tesi delle difese: assolti tutti gli imputati. Respinte le tesi dell’avvocato della famiglia Cucchi che chiedeva una revisione del processo e del PM Remus che chiedeva l’omicidio colposo per i tre agenti della Polizia penitenziaria.

Photo Credit: Lettera 43.it

Alla fine l’hanno fatta franca tutti, medici compresi, per insufficienza di prove. La Corte d’Appello di Roma ha emesso la sua sentenza per la morte di Stefano Cucchi, il ragazzo arrestato il 15 ottobre di cinque anni per possesso di droga e deceduto dopo nemmeno una settimana all’ospedale Pertini. In primo grado i medici erano stati condannati per omicidio colposo, ma ora non pagherà nessuno per la morte di Stefano, aggiungiamo noi come prevedibile purtroppo in questo Paese. La sorella Ilaria alla lettera della sentenza ha pianto, e possiamo capire anche la mamma che ha detto rabbiosa “Mio figlio è morto ancora una volta”. Chiaramente la famiglia Cucchi non può rassegnarsi e ha già annunciato di voler ricorrere in Cassazione anche se nessuno si fa illusioni. Il procuratore generale aveva chiesto la condanna per tutti gli imputati: sei medici, tre infermieri e tre agenti della penitenziaria. Assolti quindi il primario del Reparto detenuti del Pertini, Aldo Fierro, i medici Stefania Corbi, Flaminia Bruno, Luigi De Marchis Preite e Silvia Di Carlo e Rosita Caponetti; gli infermieri Giuseppe Flauto, Elvira Martelli e Domenico Pepe; gli agenti della penitenziaria Nicola Minichini, Corrado Santantonio e Antonio Domenici.

Secondo l’accusa il 31enne Stefano sarebbe stato lasciato morire di fame e di sete, di malnutrizione quindi, e in primo grado l’ospedale aveva condannato solo i medici dando alla famiglia 1,34 milioni di euro. A fine settembre però era iniziato il processo d’Appello che si è concluso il 31 ottobre con l’assoluzione di tutti gli imputati. Ironia della sorte ora si discute in Consiglio comunale a Roma della mozione di Sel per dedicare almeno una via o una piazza a Stefano, davvero una magra consolazione per la famiglia che continuerà a chiedersi come sia potuto accadere e chi abbia ucciso Stefano. Sembra quasi che Cucchi sia morto per caso dal momento che secondo la sentenza nessuno lo avrebbe ucciso. Un’altra pagina triste per la giustizia italiana.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top