Sicilia. Muoiono 13 immigrati durante sbarco. Chi si indignerà per loro?Tribuno del Popolo
mercoledì , 29 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Sicilia. Muoiono 13 immigrati durante sbarco. Chi si indignerà per loro?

In un clima contrassegnato dall’ “indignazione” selettiva non fa quasi notizia che un barcone  abbia fatto naufragio nel ragusano, in Sicilia, portando a riva 13 cadaveri. 

Photo Credit

Quando Barilla se n’è uscito con le NON condivisibili parole sugli omosessuali, sul web si è scatenata una vera e propria indignazione generale, con migliaia di utenti che annunciavano feroci boicottaggi quando non di buttare le scorte di pasta Barilla in casa. Legittimo indignarsi per dei diritti che si ritengono violati, anche se in quel caso Barilla ha espresso un opinione, opinabile certo, ma pur sempre tale. Chi si indignerà invece per la morte di 13 migranti, tutti uomini adulti, recuperati nel tragico sbarco avvenuto oggi nel Ragusano. I sommozzatori starebbero ancora cercando altri eventuali dispersi per quella che si configura come un’altra tragedia del mare. Ad avvertire le autorità sono stati i bagnanti in spiaggia. L’imbarcazione che ha fatto naufragio trasportava circa 200 persone, e le persone che sono riuscite a raggiungere la riva sono state assistite dalle forze dell’ordine, dal personale del 118 e dai volontari. La polizia ha fermato due persone con l’accusa di essere gli scafisti che hanno portato il carico di disperati sin di fronte alle coste siciliane. La ricostruzione fatta dalla polizia ha dell’incredibile: gli immigrati approdati sul litorale di Sampieri sarebbero stati picchiati a colpi di cinghia dagli scafisti, e costretti a lanciarsi in mare. A raccontarlo uno dei bagnini che hanno assistito alla tragedia e che sono intervenuti per soccorrere i naufraghi. Un carabiniere fuori servizio che si trovava sulla spiaggia si è lanciato in mare ed è riuscito a trarre in salvo due migranti in difficoltà che stavano per annegare. Uno degli scafisti arrestati avrebbe persino pestato un bagnante che stava cercando di soccorrerlo. Sarebbero circa sei i migranti ricoverati in gravi condizioni in ospedale, di cui uno in condizioni gravissime ricoverato al “Cannizzaro” di Catania. Uno dei circa 60 migranti che avevano tentato di fuggire nelle campagne circostanti subito dopo il tragico sbarco di stamani sulla spiaggia di Sampieri, è stato travolto da un’auto pirata sulla strada provinciale Ragusana 43. Il conducente è fuggito senza soccorrere il ferito che è stato trasportato in gravi condizioni nel Pronto Soccorso dell’ospedale di Modica. Il barcone è rimasto poi arenato presso San Pieri di Modica, non lontano da Scicli, a circa venti metri dalla riva. Quasi tutti i migranti a bordo sarebbero fuggiti a piedi dopo aver raggiunto la terraferma, e nell’area le forze dell’ordine avrebbero coordinato le ricerche per rintracciarli. Insomma l’ennesima tragedia del mare che però non sembra suscitare l’indignazione generale, che sembra quasi assuefatta alla morte di deboli e innocenti.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top