Siria. A Raqqa in scena rivolta anti-IsisTribuno del Popolo
lunedì , 27 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. A Raqqa in scena rivolta anti-Isis

Secondo diverse testimonianze riportate dal quotidiano russo Sputnik nella capitale dello Stato Islamico Raqqa sarebbe scoppiata una rivolta dei cittadini contro i jihadisti e sarebbero scoppiati pesanti scontri nelle strade. In alcuni quartieri sarebbero state ammainate le bandiere nere del Califfo ed issate quelle siriane. 

Nessuno sembra dare adeguato spazio a questo genere di notizie ma si tratta di informazioni molto importanti in quanto mostrano in modo netto come il Daesh sia in realtà un corpo estraneo per la Siria e il fatto che abbiano conquistato diverse città non significa che tutti i cittadini siano dalla loro parte, anzi. Se quanto riferito da Sputnik dovesse rivelarsi vero vorrebbe sostanzialmente dire che i bombardamenti russi e l’avanzata dell’esercito siriano hanno messo in seria difficoltà l’Isis, al punto che persino nel cuore della capitale dello Stato Islamico, Raqqa, diversi cittadini si sarebbero ribellati issando le bandiere della Siria al posto delle bandiere nere del Califfo in diversi quartieri. Secondo Sputnik i cittadini di Raqqa si sarebbero ribellati contro le milizie jihadiste con migliaia di persone che sono scese in piazza urlando slogan contro l’Isis. Non solo, dopo l’inizio di una manifestazione contro lo Stato Islamico sarebbero scoppiati scontri molto pesanti tra dimostranti e terroristi islamici e gli insorti di Raqqa sarebbero riusciti a uccidere un gran numero di jihadisti. Secondo alcune testimonianze ci sarebbero ancora pesanti scontri per le strade della città al punt0 che le milizie di Daesh avrebbero bloccato le vie d’uscita alla città per impedire ai disertori di fuggire. Dunque si incrina il mito del Daesh invincibile e terra promessa allo stesso modo di come si incrinano le bugie di cinque anni dell’Occidente nei confronti di Assad e del governo di Damasco. Se dopo cinque anni di guerra i cittadini lottano per esporre le bandiere siriane al posto di quelle nere del Califfo vuol dire che hanno scelto da che parte stare, e Ankara e Riad sembrano essere dall’altra parte. Militarmente comunque questa rivolta indica che lo Stato Islamico è in estrema difficoltà e si potrebbe persino ipotizzare che nel giro di pochi mesi potrebbe decidere di ripiegare in Iraq, ma è chiaro che il cerchio si stia stringendo sul collo del Califfato.

Photo Credit: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Raqqa,center2.jpg

Fonti Utili: http://it.sputniknews.com/mondo/20160306/2222950/Raqqa-Terrorismo-Curdi.html

Tribuno del Popolo

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top