Siria. Alta tensione con Israele, il rischio di una guerra è concreto | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
sabato , 21 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Alta tensione con Israele, il rischio di una guerra è concreto

Alta tensione in Siria dopo che le forze militari israeliane hanno sparato diversi colpi di avvertimento sulle alture del Golan non lontano dal confine israelo-siriano. 

Dopo i vari incidenti con la Turchia, fortunatamente non sfociati in una guerra ma solo in circoscritte scaramucce di confine, ora Damasco rischia seriamente di scatenare una guerra con Israele. Le forze armate israeliane infatti hanno sparato diversi colpi di avvertimento sulle alture del Golan, a pochi metri dal confine siriano. Ad annunciarlo lo stesso esercito israeliano che ha quindi reso reale il primo attacco diretto da Israele contro l’esercito siriano dal 1973. “Poco fa un colpo di mortaio ha colpito una postazione israeliana in Golan adiacente al confine israelo-siriano in conseguenza al conflitto interno in Siria. Di risposta i soldati israeliani hanno sparato contro aree siriane“, ha recitato il comunicato dell’esercito israeliano. Secondo fonti militare si sarebbe trattato di un missile Tamuz, arma nota per la sua precisione. Nel comunicato l’esercito israeliano fa anche sapere di aver inviato un messaggio alle forze Onu spiegando che “il fuoco dalla Siria verso Israele non sara’ tollerato e a questo risponderemo con severita‘”. Il rischio è che a Tel Aviv possano prendere a pretesto le turbolenze interne alla Siria per ingerire a loro volta negli affari interni di Damasco. Il premier Netanyahu ha infatti fatto sapere che lo Stato ebraico starebbe monitorando attentamente quanto succede al confine con la Siria, e ha aggiunto di essere pronto “ad ogni tipo di sviluppo“.Intanto le opposizioni siriane riunite a Doha hanno siglato un’intesa per l’unita’ dei gruppi contro Assad. Lo ha riferito un portavoce del Consiglio nazionale siriano: “Abbiamo avviato un’intesa per la formazione di una coalizione nazionale delle forze di opposizione“, ha spiegato Sadr Iddine al-Bayanouni, autorevole dissidente. Nel pomeriggio arrivera’ la nomina del leader e del vice di quest’ultimo.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top