Siria. Americani addestrano gruppi armati siriani | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Americani addestrano gruppi armati siriani

Quella che era una notizia ormai nota ai più trova conferme dopo che il settimanale tedesco Der Spiegel ha rivelato che soldati americani starebbero già lavorando in Siria per addestrare le truppe ribelli contro Damasco. 

siria

La guerra in Siria continua ormai da due anni avendo provocato decine di migliaia di vittime. Quello che i media non dicono però è che si tratta di una vera e propria guerra civile combattuta da due fazioni armate,  e soprattutto che con i ribelli l’Occidente ha uno stretto legame, rinsaldatosi negli ultimi mesi. L’intervento militare e strategico occidentale in Siria infatti, è diventato sempre più pervasivo. La scorsa settimana il segretario di Stato Usa John Kerry si trovava a Roma, e aveva annunciato l’invio di oltre 60 milioni di dollari ai ribelli anti-Assad. In teoria Kerry aveva garantito che tali somme sarebbero state inviate unicamente per fornire cibo, medicinali e aiuti umanitari, ma nemmeno il giorno prima lo stesso Kerry da Parigi aveva annunciato l’intenzione della Casa Bianca di inviare in Siria anche veicoli blindati ed addestratori. Ora la conferma è arrivata tramite Der Spiegel, che ha rivelato come la Giordania sia diventata il teatro dell’addestramento militare dei ribelli. Ancora non è chiaro però se a svolgere l’addestramento sul campo siano soldati americani oppure contractor privati. Come riportato dalle fonti del magazine tedesco riportano, sarebbero già stati addestrati 200 uomini, ma l’obiettivo del programma è di formare circa 1.200 combattenti dell’Esercito Libero Siriano, divisi in due campi addestramento, uno a Sud della Giordania e uno ad Est. Agli istruttori americani, secondo il The Guardian, si sarebbero aggiunti anche istruttori inglesi e francesi, anch’essi schierati senza tentennamenti accanto  ai ribelli anti-Assad. L’Occidente, nel tentativo di rovesciare il presidente siriano Assad restando parzialmente nell’ombra e dipingendo i ribelli esclusivamente come combattenti per la libertà, è sostenuto nello sforzo dagli storici alleati arabi, i Paesi del Golfo. Arabia Saudita e Qatar, leader all’interno della Lega Araba, stanno facendo pressioni sugli altri Paesi membri perché inviino armi ai ribelli. Come se non bastasse la scorsa settimana è stata propria la Lega Araba ad autorizzare i Paesi membri a fornire armi e equipaggiamento militare ai ribelli. Intanto però anche i ribelli commettono crimini contro l’umanità e gruppi salafiti e legati ad Al Qaeda commettono quasi quotidianamente atrocità ed attentati contro civili e militari di Damasco, il tutto senza una sola parola di esecrazione da parte dell’Occidente.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top