Siria. Anche l'Onu lascia Damasco | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 27 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Anche l’Onu lascia Damasco

Le Nazioni Unite hanno appena deciso di ridurre sensibilmente la presenza del loro personale a Damasco. A quali scenari potrebbe preludere questa decisione? 

Siria fights

Ormai in Siria non passa giorno senza che non ci siano nuovi scontri e nuovi lutti. La situazione siriana anzi sembra molto lontana da una risoluzione dal momento che persino le Nazioni Unite hanno deciso di ridurre sensibilmente la presenza di loro personale a Damasco. Si tratta di circa cento stranieri e 800 impiegati siriani, e questa decisione dovrebbe far capire molto bene a che livello si sia ormai arrivati all’interno della guerra civile siriana.La maggiorparte di queste persone, ha detto ieri il portavoce  Martin Nesirky, andrà a lavorare a Beirut, i siriani invece “lavoreranno da casa”. Una casa divenuta difficile da mantenere. Intanto tra oggi e domani si parlerà di Siria nel vertice della Lega Araba, dove l’opposizione è stata invitata a prendere il posto vacante lasciato da Damasco. Intanto però anche l’opposizione siriana sembra divisa e frammentata, e sul terreno i combattimenti tra esercito e ribelli sono all’ordine del giorno, rendendo difficile, almeno nell’immediato, parlare di fine delle ostilità. Proprio ieri Israele aveva suggerito che, nel caso di caduta di Assad, potessero essere proprio le truppe israeliane a assicurare una zona di cuscinetto nella Siria meridionale, in modo così da isolare gli estremisti salafiti che da tempo si trovano nell’opposizione siriana.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top