Siria. Ancora kamikaze su civili con 18 morti tra cui 11 bambiniTribuno del Popolo
martedì , 23 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Ancora kamikaze su civili con 18 morti tra cui 11 bambini

Ancora violenze in Siria dove si registrano 18 morti, tra cui 11 minori, tra la popolazione civile di Hama. A causare la strage due attentati suicidi con autobombe nei pressi di Hama realizzati dall’opposizione ad Assad, ormai completamente in mano ai jihadisti.

Nel leggere le notizie quotidiane sulla Siria viene da chiedersi se i media occidentali “ci sono o ci fanno”. Indipendentemente dal giudizio positivo o negativo che ciascuno può farsi su Assad infatti, ormai appare chiaro quasi a tutti che Damasco deve fronteggiare non un’opposizione democratica e vogliosa di libertà ma vere e proprie bande di terroristi jihadisti spietati che uccidono sistematicamente gli oppositori politici e religiosi, senza riguardo nemmeno per donne e bambini. Esiste una differenza tra le morti, tragiche, causate da bombardamenti e esecuzioni di massa sistematiche, così come esiste una differenza tra le operazioni delle forze di sicurezza contro i jihadisti e gli attentati kamikaze operati ai danni della popolazione civile. Il fatto è che con buona pace di Quirico e soci la maggior parte dei siriani sembra aver scelto il ritorno al passato di Assad piuttosto che l’incubo del jihadismo islamico, e il fatto che l’esercito siriano stia ampiamente vincendo la guerra sul campo evidentemente porta i jihadisti ad alzare il tiro anche in vista delle presidenziali, cui Assad si è candidato. Questa volta i jihadist hanno realizzato ben due attentati kamikaze con autobombe nei pressi di Hama, uccidendo 18 civili tra cui ben 11 minori. Nel dare la notizia, l’agenzia governativa Sana ha precisato che le esplosioni nelle cittadine di Jidrin e Al Hmairi, situate a 19 chilometri di distanza, hanno provocato anche una cinquantina di feriti. I due centri abitati colpiti sono a maggioranza alawita, la stessa etnia religiosa alla quale appartiene Assad. Al momento la responsabilità degli attentati non è stata rivendicata, ma nelle ultime settimane i ribelli del Fronte Nusra, legati ad al-Qaeda, hanno rivendicato diversi attacchi bomba.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top