Siria. Ancora morti per autobombe, ma l'esercito avanzaTribuno del Popolo
mercoledì , 25 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Siria. Ancora morti per autobombe, ma l’esercito avanza

Siria. Ancora morti per autobombe, ma l’esercito avanza

Si combatte ancora in Siria dove i ribelli hanno fatto esplodere un ordigno che avrebbe causato 31 morti. L’esercito di Assad però continua a riconquistare territorio dopo territorio.

Dopo la crisi delle armi chimiche di fine estate sembra quasi che a nessuno interessi più della Siria, forse perchè l’opposizione, da tempo foraggiata dall’Occidente e dai paesi del Golfo, ora sembra cadere vittima di profonde divisioni interne e essere finita in mano, sempre più, all’islamismo radicale. Sul campo però si continua a combattere senza sosta, con ancora morti e ancora sangue come notizia. Il gruppo  Direh al-Asham, che fa parte dell’Esercito Libero siriano, ha rivendicato l’ordigno che ha ucciso 31 militari siriani in una base militare nella periferia di Damasco. Anche se ancora non sono giunte conferme ufficiali, da qualche giorno i ribelli sono sottoposti a una durissima controffensiva da parte dell’esercito, che ha liberato diversi paesi a sud di Damasco. I militari di Assad, ostenuti da combattenti libanesi di Hezbollah, hanno riconquistato territorio negli ultimi mesi e nell’ultima settimana hanno spostato la loro attenzione all’area di Qalamoun, un tempo roccaforte inavvicinabile dei ribelli. Ieri la città di Qara, sotto controllo ribelle, è stata bombardata dall’aviazione, e secondo molti finirà ben presto sotto controllo governativo. Damasco sta cercando di utilizzare le divisioni interne all’opposizione per rafforzarsi, e Hezbollah sta dando una grossa mano sul campo. Secondo diversi analisti ormai sarebbe solo una questione di tempo prima della vittoria finale da parte dell’esercito regolare siriano, ancor più che la questione Siria sembra ormai interessare ben poco l’Occidente dopo il nulla di fatto della vicenda delle armi chimiche.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/syriafreedom/6939770765/”>FreedomHouse</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top