Siria. Aspra battaglia nel nord per una base aerea | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 24 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Aspra battaglia nel nord per una base aerea

I ribelli hanno assaltato la base strategica di Taftanaz nel nord della Siria e sono stati respinti dalle forze governative dopo un’aspro combattimento. L’assalto precede il nuovo summit dell’opposizione per dare ai ribelli una nuova leadership.

Pesanti combattimenti in Siria intorno alla base aerea di Taftanaz, nel nord del Paese. La base ha un’importanza strategica determinante in quanto ospita diversi elicotteri militari e collega Damasco con Aleppo, che è diventata il fronte aperto della guerra civile siriana. I combattimenti sono durati ore e nei video trasmessi dalle tv si sono notati un gran numero di battaglioni di estremisti islamici affiliati ad Al Qaeda. Nell’assalto i ribelli hanno utilizzato diversi razzi per assaltare la base, che se catturata avrebbe rappresentato un vero e proprio passo avanti per i ribelli. Conquistare la base di Taftanaz rappresenterebbe un grandissimo successo per i ribelli in quanto la base si trova lungo l’autostrada che collega Aleppo con Damasco, e ciò darebbe ai ribelli un grande vantaggio tattico. Sabato tuttavia lo stato siriano ha affermato di aver vinto la battaglia di Taftanaz contro i ribelli, e le forze governative avrebbero anche distrutto diversi veicoli ribelli pieni di armi.

Intanto mentre le pallottole continuano a fischiare, le opposizioni siriane si incontreranno in Qatar per discutere della creazione di un governo ombra in esilio. Ovviamente sono gli Stati Uniti a fare pressioni per unire una opposizione che appare frammentata e poco radicata nel Paese.Il segretario di Stato americano Hillary Clinton ha di fatto scaricato il Syrian National Council in quanto non potrebbe più essere visto come l’organo leader dell’opposizione. I gruppi dell’opposizione si sono radunati ad Amman, in Qatar, per ribadire che la caduta di Assad sarebbe l’unica precondizione per cominciare negoziazioni con il governo. Allo stesso tempo Russia e Cina continuano a insistere per un cessate il fuoco e per delle negoziazioni tra forze del governo e ribelli.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top