Siria. Attentati e autobombe provocano altro sangueTribuno del Popolo
venerdì , 20 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Attentati e autobombe provocano altro sangue

Il 23 novembre si terrà la conferenza di pace sulla Siria, la cosiddetta Ginevra 2, per provare a trovare una soluzione alla crisi siriana. Intanto i ribelli siriani hanno realizzato due sanguinosi attentati con autobombe e kamikaze.

Stranamente ogni qual volta qualche kamikaze dell’opposizione siriana si fa saltare in aria provocando decine di morti, la Casa Bianca tace. Non potrebbe del resto fare altrimenti dal momento che ha appoggiato da anni proprio l’opposizione siriana, all’interno della quale sono cresciuti sempre di più i movimenti islamisti radicali. Ora la conferenza di pace di Ginevra 2 è sullo sfondo, si terrà il 23 novembre se le cose non andranno storte, lo ha annunciato il segretario della Lega Araba Nabil al-Arabi su indicazioni dell’inviato speciale dell’Onu Lakhdar Brahimi. Ginevra 2 sarà un tentativo, l’ennesimo, di fare accordare le parti in conflitto su un governo di transizione. Per la verità doveva discutersi di tutto questo già nel giugno 2012, ma alla fine non si era raggiunto alcun accordo e il conflitto siriano ormai ha già ucciso ben oltre centomila persone. Intanto però l’opposizione siriana continua a seminare morte e distruzione. Ad Hama la tv statale ha annunciato un brutale attentato avvenuto con un’autobomba che avrebbe ucciso trenta persone. Un massacro vero e proprio operato contro la popolazione civile, ma stranamente Obama non ha minacciato nessuno questa volta. Secondo l’agenzia di stampa di Stato Sana, si sarebbe trattato di un furgone carico di oltre una tonnellata di esplosivo, condotto sul luogo dell’attentato dai ribelli. L’esplosione avrebbe fatto prendere fuoco a un furgone vicino carico di benzina, facendo così salire il numero delle vittime. A realizzare l’attentato sarebbero stati i ribelli del gruppo Jabhat al-Nusra  Fronte Nusra, legato ad al-Qaeda.Il secondo attentato ha provocato almeno dieci vittime nell’attacco di otto kamikaze contro le forze di sicurezza e un edificio governativo a nordovest di Baghdad. Lo riferiscono responsabili locali. Tra le vittime, precisano le fonti, tre sono membri del consiglio locale della regione di Rawa, nella provincia di Al Anbar, e tre sono poliziotti.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top