Siria. Cominciata operazione di terra su vasta scala di DamascoTribuno del Popolo
giovedì , 30 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Cominciata operazione di terra su vasta scala di Damasco

Dopo giorni di raid russi in Siria l’esercito siriano ha annunciato una offensiva su larga scala tesa a riconquistare alcune città di importanza strategica e diverse porzioni di territorio. Se le operazioni via terra dovessero avere successo, il governo di Damasco avrebbe posto le basi per una ulteriore avanzata ai danni di Isis e altri gruppi armati nella regione. 

Era da diversi giorni che circolava la notizia di una imminente offensiva di terra da parte dell’esercito siriano e di Hezbollah contro l’Isis e gli altri gruppi armati attivi in Siria. Le operazioni condotte dalla Russia hanno creato le premesse per questa offensiva se è vero come dichiarato da molte fonti militari siriane che i raid russi avrebbero distrutto le capacità offensive dello Stato Islamico e di altri gruppi terroristici in solo pochi giorni a dispetto della coalizione anti-Isis che sarebbe attiva da più di un anno.

Ora è stato lo stesso esercito siriano ad annunciare l’offensiva su larga scala, una offensiva resa possibile proprio dal supporto aereo concesso da Putin alle forze fedeli a Bashar al-Assad. In pochi giorni gli aerei russi avrebbero colpito oltre cento obiettivi in tutto il Paese, mettendo quindi ovunque i ribelli e gli islamisti sulla difensiva. Le operazioni via terra principali sarebbero state portate avanti in queste ore nella zona di Hama, a circa duecento chilometri da Damasco. Secondo la Tv libanese Al-Manar, l’esercito siriano sarebbe avanzato di oltre cinquanta chilometri nella regione riconquistando molti paesi e anche alcuni punti strategici a ridosso delle montagne dopo averli strappati ad Al-Nusra (Al Qaeda in Siria). In queste ore i soldati siriani si sarebbero concentrati anche nella provincia di Idlib, e la sensazione è che i raid russi continueranno, consentendo così all’esercito di avanzare ulteriormente.

Anche l’agenzia di stampa cinese Xinhua ha riferito dell’offensiva siriana sotto sostegno aereo russo, una operazione che in pochi giorni potrebbe strappare ai jihadisti tutte le campagne a nord di Hama, consentendo così di isolare le cittadine di Latamenh e Kafr Zaita. Queste zone secondo una fonte militare siriana sarebbero cadute in mano all’ Esercito della Conquista, ovvero una coalizione di gruppi jihadisti tra cui anche Al-Nusra.  Con questa offensiva, le truppe di Damasco vorrebbero assicurarsi il controllo della strada  che collega Hama alla provincia centrale di Homs.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top