Siria. Damasco accusa Ankara di fomentare i "terroristi"Tribuno del Popolo
domenica , 28 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Damasco accusa Ankara di fomentare i “terroristi”

Il ministero degli Esteri della Siria ha accusato la Turchia di prestare aiuti logistici e non solo ai gruppi terroristici attivi in Siria. Non solo, Ankara avrebbe aiutato direttamente tali gruppi a conquistare la città di Idlib e il paese di Jisr al-Shughour, in palese violazione dei trattati internazionali. 

Anche se la Siria è uscita dalle prime pagine dei giornali ormai da qualche tempo, in quel paese si continua a combattere incessantemente. In questo senso il governo siriano di Bashar al-Assad ha accusato apertamente la Turchia di continuare a fomentare la guerra civile siriana finanziando e supportando in tutti i modi i gruppi terroristici attivi in territorio siriano. Il ministero degli Esteri siriano ha infatti accusato Ankara di provvedere a supporto logistico e di fuoco i “gruppi terroristici” che nelle scorse settimane hanno conquistato la città di idlib, a poche miglia dal confine con la Turchia, e il paese di Jisr al-Shughour. Si sarebbe quindi trattato di una palese aggressione della Turchia alla Siria, e quindi di un vero e proprio atto di guerra. Lo scorso mese infatti i ribelli di Al-Nusra hanno conquistato Idlib nel nord-ovest della Siria, e tale successo militare sarebbe stato reso possibile proprio dall’enorme supporto finanziario, logistico e militare della Turchia, ma anche di Qatar e Arabia Saudita, come peraltro ha dichiarato lo stesso presidente Bashar al-Assad al giornale svedese “Expressen”. Ankara del resto viene accusata da tempo di permettere ai jihadisti di utilizzare il territorio turco come porto franco per fare il loro ingresso in Siria, ma il governo Erdogan ha respinto le accuse siriane, probabilmente forte del fatto di avere la Nato dalla propria parte. L’agenzia di stampa siriana SANA ha inoltre riportato come molti emigranti ed espatriati siriani in tutto il mondo abbiano condannato la “flagrante invasione turca dei territori siriani“, esprimendo solidarietà con la madrepatria. In particolare esisterebbe anche un Trattato di Ankara firmato nel 1921 tra i turchi e i francesi nel quale si stabiliva l’inviolabilità della sovranità siriana. A oggi a causa della guerra civile siriana sono già morte oltre 220.000 persone, secondo stime delle Nazioni Unite, ma il fatto che le potenze straniere continuino a finanziare i gruppi di ribelli impedisce che si possa trovare una soluzione pacifica.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top