Siria. Damasco vince la battaglia di QusayrTribuno del Popolo
sabato , 27 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Damasco vince la battaglia di Qusayr

L’esercito siriano controlla ora il cuore della città di Qusayr, conquistata dopo ore e ore di battaglia contro le bande ribelli. All’assalto avrebbero partecipato anche i miliziani di Hezbollah.

In Siria si è appena combattuta una battaglia decisiva nella città di Qusayr, punto strategico nel centro della Siria, e roccaforte dei ribelli nella provincia di Homs, al confine con il Libano. Si tratta di una città cruciale per i collegamenti e i ribelli hanno cercato di difenderla in tutti i modi possibili. Secondo le ultime notizie l’esercito siriano sarebbe riuscito a occupare interamente la città dopo una grande operazione militare nella quale assieme a carri armati e artiglieria hanno partecipato anche i combattenti di Hezbollah, che hanno sparato con i mortai. Secondo diverse fonti comunque almeno 23 miliziani di Hezbollah sarebbero rimasti uccisi nel corso dei combattimenti, mentre le vittime tra i ribelli sono imprecisate ma consistenti. Hezbollah è il principale alleato sul terreno del governo di Bashar-al-Assad, insieme all’Iran. A legare i loro interessi l’adesione allo sciismo, di cui e’ espressione anche la minoranza siriana degli alauiti (una volta considerati eretici) di cui fa parte la famiglia Assad e che rappresentano circa il 12% della popolazione. Intanto la situazione dei rifugiati è uscita fuori controllo con il loro numero che ha superato il milione e mezzo. Si tratta di una gravissima situazione umanitaria che la Giordania non riesce più a gestire in modo autonomo, per questo ha chiesto aiuto per far fronte al crescente afflusso nel territorio. 

Con la caduta di Qusayr il governo siriano ha conseguito una importante vittoria militare sul terreno, mentre per i ribelli l’ultimo mese di combattimenti ha prodotto diverse sconfitte militari che mettono l’Esercito Libero Siriano in grande difficoltà.  La tensione intanto resta molto alta anche sul Golan, al confine con Israele, dove alcuni colpi di mortaio sono arrivati per errore in territorio israeliano. Ieri la Siria ha puntato diversi missili verso Tel Aviv, annunciando che se Israele dovesse nuovamente effettuare dei blitz in Siria, questa volta la rappresaglia sarebbe immediata.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top