Siria. Entra nel vivo la controffensiva di Damasco | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 25 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Entra nel vivo la controffensiva di Damasco

Continuano senza sosta i conflitti armati tra le forze fedeli al presidente siriano Bashar al Assad e i ribelli appoggiati da Arabia Saudita, Qatar e Occidente. Nelle ultime settimane le forze armate siriane sembrano aver ripreso in mano l’iniziativa. 

siria_bombardamento

Continua la guerra civile siriana, ma questa volta quello che i media non dicono è che le forze armate siriane rimaste fedeli a Damasco starebbero realizzando una controffensiva su larga scala. I ribelli sarebbero quindi in seria difficoltà, e la notizia che la residenza di Assad è stata colpita ieri per la prima volta da un colpo di artiglieria serve solamente a distogliere l’attenzione dalla realtà del fronte, che vede i ribelli in netta difficoltà. Ieri e oggi si è combattuto nel quartiere sud di Damasco, Tadamon, al confine con il campo profughi palestinese di Yarmuk, e a Zamalka, paese a est della città. L’esercito ha ripreso l’iniziativa anche a Duma, sobborgo a nord della capitale, mentre nella città vecchia i soldati avrebbero ripreso ormai il pieno controllo, effettuando perquisizioni casa per casa tra il mercato coperto  di Midhat Pasha e il quartiere Shaghur. Come se non bastasse l’esercito avrebbe anche respinto un pesante attacco dei ribelli all’aeroporto di Aleppo. Secondo fonti ben informate citate da Al-Ahed News, unità dell’esercito siriano avrebbero distrutto una decina di veicoli utilizzati dai ribelli per attaccare i sobborghi dell’aeroporto, e avrebbero confiscato una enorme quantità di munizioni e armi.  Dal conto loro i ribelli sarebbero quindi sempre più disperati come testimoniato dal fatto che nelle scorse ore hanno sparato colpi di mortaio contro uno stadio, a Damasco, uccidendo un calciatore che si stava allenando. La violenza ormai è totale e la maggioranza dei cittadini vorrebbe solo il ritorno alla normalità. Difficile però porre fine a tutto questo fin quando potenze straniere continueranno a foraggiare il fronte dei ribelli.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top