Siria. Infuria ancora la battaglia e Damasco accusa gli Usa di voler supportare "gruppi che uccidono i siriani" | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 27 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Infuria ancora la battaglia e Damasco accusa gli Usa di voler supportare “gruppi che uccidono i siriani”

Grandi polemiche ha sollevato l’intenzione degli Stati Uniti di intervenire attivamente nel conflitto siriano supportando i cosiddetti ribelli. Intanto infuriano gli scontri tra truppe governative e opposizione, decine di morti solo ieri. 

SIRIA:ACCORDO OPPOSIZIONI DOHA,PRIMI COLPI DA ISRAELE DAL '73

Il ministro degli Esteri siriano, Walid Moallem, attualmente in visita a Teheran, in Iran, ha condannato in modo convinto la decisione degli Stati Uniti di fornire aiuti “non letali” ai ribelli. Nelle scorse ore infatti la Casa Bianca aveva ufficializzato la decisione di inviare attrezzature e addestratori ai ribelli siriani nell’ottica di forzare Assad alla resa. Peccato che le cose sul campo stiano andando in modo ben diverso, e sono sempre di più quelli che riconoscono come il fronte ribelle sia ormai ampiamente infiltrato da gruppi islamisti radicali vicini ad Al Qaeda e complici di crimini contro il popolo siriano.

”Non capisco come gli Stati Uniti possano sostenere gruppi che uccidono i siriani” , ha affermato il capo della diplomazia di Damasco, aggiungendo che ”chi vuole una soluzione politica non punisce il popolo siriano”. Parole molto dure quelle pronunciate da Moallem ma che sottolineano l’ambiguità dell’Occidente che in nome della lotta per la “libertà” del popolo siriano ha deciso di appoggiare gruppi islamisti che non hanno il minimo rispetto per i laici e per coloro che non la pensano come loro. Intanto sul campo si continua a combattere e il bilancio della battaglia scoppiata nelle scorse ore alla periferia di Raqa, nel nord della Siria, vicino al confine con la Turchia, è di decine e decine di morte nelle fila dei ribelli e tra quelle dell’esercito.

Pesanti scontri sono avvenuti anche a Damasco, dove unità dell’esercito siriano hanno colpito diversi gruppo dell’opposizione nei quartieri periferici di al-Darkhabieh e  Zakieh. Secondo quanto riportato da Breaking News Network , almeno 55 persone sarebbero rimaste uccise nei combattimenti.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top