Siria. Londra e Washington iniziano a disimpegnareTribuno del Popolo
martedì , 24 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Siria. Londra e Washington iniziano a disimpegnare

Siria. Londra e Washington iniziano a disimpegnare

Usa e Regno Unito hanno sospeso gli aiuti militari ai ribelli del nord della Siria. Lo ha deciso dopo che il Fronte islamico avrebbe costretto l’Esercito Libero Siriano ad abbandonare alcune posizioni sul campo.

Basta armi. Dopo oltre due anni di guerra civile Stati Uniti e Regno Unito  hanno ufficialmente sospeso gli aiuti militari diretti ari belli nel nord della Siria. A prendere questa decisione sono state le cancellerie di Londra e Washington dopo la diffusione di notizie secondo cui un nuovo comando dei militanti estremisti, il “Fronte Islamico”, avrebbe costretto l’Esercito Libero Siriano a lasciare il controllo di Bab al-Hawa, valico di frontiera con la Turchia. Washington e Londra continueranno a fornire aiuti “non letali” ma non più armi. A rendere nota la decisione un portavoce della Casa Bianca che ha sottolineato come a Bab al-Hawa siano avvenuti fatti che hanno indotto Londra e Washington a fare un passo indietro. Attualmente il Fronte Islamico conterebbe circa 45.000 combattenti e si tratta di un coordinamento nato la scorsa settimana e che include gruppi come Ahrar al-Sham, Jaysh al-Islam, Suqour al-Sham, Liwa al-Tawhid, Liwa al-Haqq, Ansar al-Asham e il fronte islamico curdo. Obiettivo di questa nuova alleanza è la caduta del governo di Assad e la costruzione di uno Stato islamico. Del Fronte non fanno parte lo Stato islamico in Iraq e nel Levante (Isis) e il Fronte al-Nusra, gruppi entrambi considerati affiliati alla rete di al-Qaida. L’Occidente ammette quindi indirettamente

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top