Siria. Mosca accusa gli Usa di appoggiare chi usa il terrorismo contro AssadTribuno del Popolo
giovedì , 14 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Mosca accusa gli Usa di appoggiare chi usa il terrorismo contro Assad

Il ministro degli Esteri Sergey Lavrov ha detto che gli Stati Uniti starebbero facendo un grave errore continuando ad appoggiare coloro che utilizzano il terrorismo islamico per destabilizzare il presidente siriano Assad.

Accuse molto precise quelle mosse dal ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov alla volta degli Stati Uniti. Il contesto è quello della tensione circa la situazione drammatica in Siria, dove Mosca ha deciso di appoggiare direttamente Damasco continuando ad onorare un’alleanza datata a ben prima l’inizio della guerra civile. Che vari paesi stranieri abbiano fomentato i gruppi di opposizione è ormai provato, stiamo parlando di Qatar, Arabia Saudita, ma anche di Israele e Turchia. Ora che la Russia ha deciso di continuare ad appoggiare la Siria ecco che la comunità internazionale si preoccupa, come se l’avanzata dell’Isis non fosse un pericolo reale per l’Occidente. A questo proposito Lavrov ha detto senza mezzi termini che gli Usa starebbero commettendo un grave errore nell’appoggiare coloro che vogliono usare l’Isis per costringere Assad alle dimissioni. Nelle scorse ore Lavrov si era incontrato con il segretario di Stato Kerry, che aveva espresso preoccupazione circa il supporto concesso da Mosca ad Assad. “Kerry sta spingendo sulla strana idea che supportare Assad nella sua guerra contro il terrore rafforzi le posizioni dell’Isis in quanto gli sponsors dell’Isis a quel punto investiranno ancora più armi e uomini in esso“, ha detto Lavrov (Fonte RT.com). Non solo, Lavrov ha anche detto che si configura come un errore colossale la scelta della coalizione anti-Isis di escludere qualsiasi interazione con il governo siriano, “Non posso comprendere questa logica”. Lavrov ha anche ricordato come la Russia non voglia solo aiutare la Siria ma anche l’Iraq e tutti quei paesi della regione che si trovano ad avere a che fare con la minaccia del terrore. Insomma secondo la Russia Washington non sarebbe in grado di fermare gli alleati dell’Isis dal continuare a finanziarlo, per questo perferiscono accontentare i finanziatori spingendo per la rimozione di Assad.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top