Siria. Ribelli avrebbero chiesto aiuto a IsraeleTribuno del Popolo
lunedì , 18 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Ribelli avrebbero chiesto aiuto a Israele

Secondo il Jerusalem Post  i ribelli siriani avrebbero chiesto a Israele un intervento militare in Siria contro l’avanzata delle truppe di Assad e di Hezbollah che negli ultimi giorni avrebbero realizzato consistenti avanzamenti territoriali. 

In Siria non si può certo parlare semplicemente di una guerra civile dal momento che esistono diversi paesi che, in misura diversa, ormai ingeriscono negli affari interni del paese. Ad esempio la Siria lamenta da anni che presunti ribelli riceverebbero assistenza sul campo da parte di paesi come Turchia e Israele che avrebbero tutto l’interesse a destabilizzare la Siria e a far collassare il governo di Assad, ostile ai loro interessi nella regione. Del resto già nelle scorse settimane erano state diffuse notizie che parlavano proprio di guerriglieri ribelli ospitati e curati in strutture sanitarie israeliane nella zona del Golan. Ora conferme arrivano anche da parte del Jerusalem Post che ha raccontato come alcuni ribelli siriani avrebbero chiesto aiuto direttamente a Israele per colpire l’esercito siriano ed Hezbollah che, negli ultimi giorni, hanno lanciato un attacco in grande stile in tutto il Sud della Siria. Il quotidiano israeliano ha parlato di un israeliano druso che sarebbe in frequente contatto con l’opposizione siriana e ha detto che i ribelli avrebbero chiesto alle forze armate israeliane di colpire Hezbollah e il governo siriano che, negli ultimi giorni, ha conquistato la zona meridionale di Damasco e consolidato i propri territori a occidente. L’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani ha detto che l’avanzata sarebbe stata guidata da Hezbollah. Secondo il Jerusalem Post comunque Mendi Safadi, vicino al Likud, si è incontrato con membri dell’opposizione liberale e “democratica” siriana che si oppone agli islamisti e vorrebbe relazioni amichevoli con Israele. In questo senso Safadi avrebbe realizzato incontri con i ribelli in Bulgaria incontrandosi anche con diversi attivisti. Negli ultimi giorni inoltre ci sarebbero stati pesanti combattimenti tra le forze di Iran, Siria e Hezbollah e i ribelli siriani, con questi ultimi che sarebbero stati colpiti pesantemente e starebbero cercando riparo in Israele per ricevere trattamenti medici. Attualmente almeno duemila guerriglieri siriani sarebbero stati curati in Israele a mostrare il ruolo attivo esercitato da Tel Aviv nel conflitto. Israele però sarebbe in contatto solo con il Free Syrian Army e non con Al-Nusra ma il problema è che i ribelli siriani non islamisti hanno ormai un peso quasi irrilevante e di conseguenza hanno ormai fallito nel proporre una alternativa ad Assad in Siria.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top