Siria. Secondo la Cia Assad vincerebbe a mani basse le elezioniTribuno del Popolo
sabato , 18 novembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Siria. Secondo la Cia Assad vincerebbe a mani basse le elezioni

Secondo un rapporto della Cia se Assad partecipasse alle elezioni presidenziali in Siria del 2014 vincerebbe con il 75% dei voti. Insomma, se qualcuno di voi cercava di capire il perchè la Casa Bianca appoggi i ribelli..

Photo Credit

Secondo un rapporto della Cia, e quindi non del partito al potere Baath nè del governo di Assad, qualora si tenessero elezioni presidenziali in Siria nel 2014 le vincerebbe senza ombra di dubbio Bashar al Assad con il 75% dei voti. Se qualcuno di voi nutriva quindi ancora dei dubbi sul perchè gli Stati Uniti allora finanzino e supportino i ribelli, potrete venire accontentati. L’agenzia di Intelligence americana ha sottolineato come il successo di Assad verrebbe confermato anche da diversi rapporti e sondaggi commissionati negli ultimi mesi. Assad insomma, verrebbe rieletto al primo turno e otterrebbe in questo modo la legittimazione a rimanere al potere fino al 2020. Come se non bastasse la Cia ha anche ammesso che l’esercito arabo siriano starebbe letteralmente spazzando via i ribelli negli ultimi tempi, avendo conseguito “una netta supremazia sul terreno”. Nonostante questo gli Stati Uniti sembrano convinti a finanziare i ribelli, a questo punto non tanto per sconfiggere Assad, cosa ormai impossibile, quanto per distruggere e indebolire ulteriormente un Paese, la Siria, che ha scelto di non piegarsi alle ingerenze dell’Occidente anche pagando un prezzo molto salato. I media occidentali invece preferiscono ignorare questa notizia, continuando invece a martellare con la propaganda antiregime volta a far percepire Assad e il suo governo come il “male assoluto”.Gli estremisti islamici di mezzo mondo radunati in Siria ringraziano..

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top