Snowden. Casa Bianca scatena caccia all'uomoTribuno del Popolo
giovedì , 14 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Snowden. Casa Bianca scatena caccia all’uomo

Snowden non è partito per l’Avana come annunciato ieri e nessuno sa più dove sia la “talpa” che ha resto note informazioni sul “grande fratello” messo in campo dalla Casa Bianca. E ora gli Usa attaccano Mosca e Pechino accusandoli di aver coperto Snowden.

Photo Credit  (AFP Photo)

Chissà se alla Casa Bianca immaginano quanta simpatia e quanti consensi abbia riscosso, in tutto il mondo, Edward Snowden, la “talpa” come soprannominata dai media internazionali. Si tratta dell’ex consulente dell’Agenzia per la Sicurezza Nazionale Usa (NSA), che ha reso noto informazioni sul “grande fratello” messo in campo dagli americani, squarciando il velo della finzione di un Obama più progressista e rispettoso dell’altrui libertà del suo predecessore Bush. Lunedì mattina  Snowden avrebbe dovuto lasciare Mosca alla volta di Cuba, per arrivare alla sua destinazione finale: l’Ecuador, a cui ha chiesto l’asilo politico. Ma non è mai partito. Da qui la stura di domande, dove si trova Edward Snowden? Chiaramente la Casa Bianca è andata su tutte le furie come si può capire dalle parole del portavoce della Casa Bianca, Jay Carney: “Per noi è ancora in Russia. Non c’è dubbio che ci sarà un impatto negativo“. Ma gli Usa sono infuriati anche con la Cina, e sopratutto hanno fatto sapere di aspettarsi che Mosca valuti tutte le opzioni disponibili per espellere Snowden in modo che affronti in Usa le accuse di aver diffuso informazioni riservate. Rispetto alle condizioni di salute di Edward Snowden ha parlato Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, in una conferenza stampa telefonica, precisando che il giovane si trova in un luogo sicuro in continuo contatto con i suoi avvocati. Inutile dire poi che gli Stati Uniti hanno davvero ben poco da essere infuriati. Come ha ricordato il ministro degli Esteri dell’Ecuador Patino infatti, la sorveglianza Usa di paesi stranieri che Snowden ha rivelato si configurerebbe come un vero e proprio abuso contro i diritti del mondo intero. Proprio “la talpa” ha inviato intanto una lettera indirizzata alle istituzioni dell’Ecuador nella quale Snowden sostiene di essere vittima di una “persecuzione per aver reso pubbliche gravi violazioni della Costituzione americana e di vari trattati internazionali dell’Onu del governo americano“. Il problema è che gli Stati Uniti sono l’unico Paese che, da sempre, vive al di sopra dei trattati internazionali.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top