Snowden dispone di informazioni che fanno tremare la Casa BiancaTribuno del Popolo
mercoledì , 29 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Snowden dispone di informazioni che fanno tremare la Casa Bianca

Secondo diversi analisti Edward Snowden sarebbe in possesso di informazioni pericolose tali da rappresentare un incubo per Washington qualora venissero rivelate. Lo ha ammesso anche il giornalista del Guardian che ha pubblicato per primo i documenti di Snowden.

Photo Credit (AFP Photo / Human Rights Watch)

Snowden dispone di abbastanza informazioni per causare più danno al governo degli Stati Uniti da solo in un minuto che chiunque altro nella storia degli Stati Uniti“, parola di Gleen Greenwald, il giornalista del Guardian responsabile per aver pubblicato i primi files segreti di Snowden, che ha concesso un’intervista al giornale argentino La Nacìon. “Ma questo non è il suo obiettivo. Il suo obiettivo è quello di spiegare software che la gente intorno al mondo utilizza senza sapere che stanno esponendo se stessi senza accettare in modo cosciente a cedere i loro diritti sulla privacy. Egli dispone di un gran numero di documenti che sarebbero molto pesanti per il governo degli Usa se dovessero essere resi pubblici“. Ha anche aggiunto che Washington dovrebbe esercitare attenzione nel trattare con Snowden in quanto costui potenzialmente potrebbe rispondere arrecando danni devastanti alla Casa Bianca. “Il governo Usa dovrebbe stare sulle ginocchia ogni giorno pregando che nulla accada a Snowden perchè se qualcosa dovesse accadergli, tutte le informazioni sarebbero rivelate e per loro sarebbe il peggior incubo“. Non solo, per evitare di venire eliminato da eventuali sicari americani Snowden ha già distribuito migliaia di documenti per assicurarsi che molta gente nel mondo abbia i files. Attualmente Snowden è ricercato negli Stati Uniti per spionaggio dopo aver rivelato dettagli di programmi di sorveglianza segreti e coperti. Ora si trova in una sorta di limbo nell’aeroporto di Mosca Sheremetyevo da quando è arrivato da Hong Kong il 23 giugno. Ora la “talpa” sta cercando di trovare un transito sicuro verso l’America Latina, dove ha fatto diverse richieste di asilo che sono state accettate, come ad esempio quella del Venezuela. Il ruolo chiave però verrà svolto dalla Russia, l’unico paese al mondo capace di trattare ed eventualmente di opporsi agli Stati Uniti.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top