Spagna. A migliaia in piazza contro l'Austerity | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 28 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Spagna. A migliaia in piazza contro l’Austerity

Decine di migliaia di cittadini arrabbiati si sono radunati in diverse città spagnole per opporsi alla crescente corruzione e all’austerity imposta dal governo Rajoy.

SPAIN-FINANCE-ECONOMY-DEBT-LABOUR-DEMO

AFP Photo / Pierre-Pholippe Marcou

Venti di rivolta e malcontento in Spagna dove, nelle scorse ore, decine di migliaia di manifestanti sono scesi in piazza per manifestare contro il governo. La crisi economica si è abbattuta sul paese iberico con una forza particolare, e gli spagnoli ora cominciano seriamente a dare segni di insofferenza anche di fronte alla endemica corruzione che caratterizza le istituzioni. A migliaia nelle scorse ore hanno inscenato in quel di Madrid una marcia verso il Parlamento iberico, una marcia pacifica, rumorosa e colorata con un serpentone di manifestanti che ha suonato tamburi e suonato flauti, intonando cori contro i mercati e contro il “golpe della finanza”. La manifestazione ha portato in piazza lavoratori di diversi campi, mettendo gomito a gomito studenti, professori, militanti di partiti di sinistra, operai, minatori e lavoratori del settore sanitario e ambientale. Erano moltissimi anche i lavoratori del settore pubblico che hanno subito pesantissimi tagli per colpa del primo ministro conservatore Mariano Rajoy, che ha provato senza esito a riattivare con l’austerità l’asfittica economia iberica. Sono mesi infatti che in Spagna si assiste a mobilitazioni continue contro la politica di tagli di Rajoy, accusato di avere imposto i tagli come unica prospettiva futura per il Paese. La recessione attuale, iniziata nel 2011 con il collasso del mercato delle case, ha portato la percentuale di disoccupazione al 26% e quella giovanile al 50%. Questo implica che un giovane spagnolo su due non trova lavoro, un dramma sociale che ormai sembra sempre più simile alla situazione greca.  Le proteste di sabato comunque sono state indette non a caso nel giorno del trentaduesimo anniversario del fallito golpe di destra per rovesciare la democrazia e restaurare la dittatura militare.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top