Spagna. Madrid si oppone al referendum per l'indipendenza della CatalognaTribuno del Popolo
venerdì , 20 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Spagna. Madrid si oppone al referendum per l’indipendenza della Catalogna

Spagna. Madrid si oppone al referendum per l’indipendenza della Catalogna

Dopo gli entusiasmi derivanti dal referendum scozzese in Catalogna hanno indetto un referendum per l’indipendenza il 9 novembre. Madrid però non intende riconoscerlo e il premier Rajoy ha presentato ricorso presso la Corte Costituzionale.

Chi vincerà il braccio di ferro tra Madrid e Barcellona? Quasi sicuramente, almeno per ora, Madrid dal momento che il premier di centrodestra Mariano Rajoy ha deciso di non riconoscere il referendum indetto dalla comunità catalana per il 9 novembre. Per questo motivo ha presentato ricorso presso la Corte Costituzionale così il referendum, quando anche dovesse svolgersi, non verrà riconosciuto valido. E dire che l’entusiasmo in Catalogna è alle stelle soprattutto dopo il referendum scozzese che, per quanto abbia visto vincere il “no”, ha mostrato come sia effettivamente possibile mettere in discussione i confini degli stati anche nel XXI secolo. Certo in quel caso Londra concesse agli scozzesi di decidere tramite un referendum se rimanere o meno nella Gran Bretagna, nel caso della Catalogna invece questo non avverrà sicuramente oggi, e difficilmente domani. Presentando ricorso presso la Corte Costituzionale sostanzialmente Rajoy ha quindi ufficializzato lo scontro sul piano istituzionale tra Madrid e Barcellona. Il premier ha commentato a caldo la decisione: “Non c‘è niente e nessuno, nessun potere o istituzione, che possa rompere il principio di sovranità unica e indivisibile sul quale si fonda la nostra convivenza. Detto in altre parole, non c‘è niente e nessuno che possa privare tutti gli spagnoli del diritto di decidere qual è il loro Paese”. Secondo i media spagnoli la corte entro una decina di giorni potrebbe anche pronunciarsi sulla propria competenza, ma la sentenza comunque non potrebbe arrivare prima di mesi e mesi. Il referendum rimarrà quindi sospeso nell’aria, con il rischio che si alimentino ulteriori tensioni.  Rajoy ha però teso la mano al presidente della Catalogna, Artur Mas, dicendosi disposto a esaminare il modo di riformare la costituzione, anche se chiaramente i circoli catalani più oltranzisti ormai sono sedotti dalla possibilità dell’indipendenza e guardano di cattivo occhio ogni tentativo di mediazione.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top