Spagna. Sfilano a migliaia contro l'AusterityTribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Spagna. Sfilano a migliaia contro l’Austerity

Spagna. Sfilano a migliaia contro l’Austerity

A migliaia si sono ritrovati in Spagna per protestare contro l’austerità che sta distruggendo letteralmente la società iberica. Da tutta la Spagna migliaia di cittadini sono convenuti a Madrid per lanciare un messaggio chiaro al governo Rajoy.

La crisi ha colpito duro in Spagna, proprio come in Italia e in Grecia, con il risultato che sono davvero migliaia e migliaia i cittadini disposti a protestare contro un governo, quello della destra di Rajoy, che sta portando avanti politiche di austerity in modo sempre più convinto. Migliaia di persone provenienti da tutto il Paese si sono radunate a Madrid sotto lo slogan “Basta tagli” e per portare la loro rabbia alle porte del governo e porre fine alle sue “vuote promesse”. Una “Marcia della dignità” con ben otto gruppi di manifestanti che dovrebbero muoversi da luoghi diversi nella capitale spagnola. Le autorità iberiche, per precauzione, hanno chiuso le strade del centro della città e hanno chiesto ai cittadini di utilizzare i mezzi pubblici, mobilitando per la giornata circa 1650 poliziotti antisommossa. Sono moltissimi i disoccupati che hanno deciso di rimanere a Madrid a oltranza, ancor di più le donne e i giovani, tutti convinti a portare avanti la protesta contro un governo, quello di Rajoy, assolutamente incapace di venire incontro alle loro richieste. Al centro delle rivendicazioni anche il problema casa, con centinaia di spagnoli che ogni giorno vengono sfrattati dalle loro abitazioni. Secondo il Consiglio Generare giudiziario nel 2013 ci sarebbero stati ben 49.984 sfratti con la forza, circa 185 al giorno, contro una media nel 2012 di 500 al giorno (fonte BBC). Gli sfratti, combinati con una disoccupazione che ha raggiunto il 26%, sta creando una situazione sociale esplosiva e intollerabile che ha già portato all’aumento dei suicidi. Anche a Madrid inoltre il governo prova a dire che il peggio è passato, ci ha provato il ministro spagnolo dell’Impiego, Fatima Benez, ma in Spagna nessuno, proprio nessuno, sembra crederci.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top