Stati Uniti al riarmo nuclereTribuno del Popolo
venerdì , 15 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Stati Uniti al riarmo nucleare

Nonostante il Nobel per la Pace ottenuto nel 2009, ecco che Barack Obama avrebbe approvato la stanziamento di un progetto di riarmo nucleare da mille miliardi  nei prossimi trent’anni. Insomma, non proprio un futuro di pace per il nostro pianeta.

Alla faccia del Nobel per la Pace! La Casa Bianca avrebbe approvato uno spaventoso piano miliardario rivelato anche dal New York Times, per un vero e proprio riarmo nucleare in grande stile. Secondo le prime stime gli Usa avrebbero deciso di investire qualcosa come 335 miliardi di dollari nei prossimi dieci anni che diventerebbero mille nei prossimi trent’anni, il tutto per realizzare un nuovo arsenale nucleare con tanto di sottomarini, bombardieri e silos di lancio. La domanda a questo punto viene spontanea: a cosa serviranno? e per difendersi da chi? Evidentemente alla Casa Bianca valutano che nei prossimi anni ci sarà un altro rischio di guerra globale, magari con la Cina il massimo creditore degli Usa, il nemico giurato del XXI secolo degli Stati Uniti. E dire che la notizia, importante, è stata del tutto ignorata dei nostri media che, a parole si mostrano pacifisti e nella realtà appoggiano qualsiasi mossa di politica estera degli Stati Uniti. Altro che Nobel per la Pace insomma, Obama è l’uomo che ha approvato questo piano di armamento nucleare proprio quando si era usciti dalla Guerra Fredda e si sperava in un progressivo disarmo dei rispettivi arsenali nucleari. Proprio Obama nella campagna per il suo primo mandato aveva candidamente ammesso di lavorare per un pianeta senza armi nucleari, è davvero grottesco il modo con il quale ha cambiato idea in soli quattro anni. Per i prossimi trent’anni gli Usa spenderanno miliardi in armi nucleari senza che esista alcuna reale minaccia, per non parlare di tutti gli incidenti legati alla gestione del nucleare, su cui i media e il governo tacciono in modo preoccupante. Le armi nucleari poi sono anche da noi in Europa, con 180 testate nucleari dislocate tra Belgio, Germania, Olanda, Italia e Turchia, quindi abbiamo davvero ben poco da stare tranquilli.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top