Stati Uniti. Anche la Commissione Interamericana dei Diritti Umani chiede la chiusura di GuantanamoTribuno del Popolo
martedì , 25 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Stati Uniti. Anche la Commissione Interamericana dei Diritti Umani chiede la chiusura di Guantanamo

La Cidh (Commissione Interamericana dei Diritti Umani) ha esortato Washington a chiudere il centro di detenzione di Guantanamo, a Cuba. Non solo, ha anche chiesto di processare i prigionieri nelle sue corte federali e ha soprattutto denunciato le discriminazioni quotidiane che subiscono i detenuti da parte della giustizia militare.

Per quanto riguarda la situazione di Cuba e di Guantanamo gli Stati Uniti si mostrano sempre più isolati nel mondo dopo che anche la Cidh ha esortato ufficialmente Washington a chiudere il centro di detenzione presente sull’isola caraibica. Qui infatti gli abusi nei confronti dei detenuti continuano senza sosta e la Cidh ha chiesto che i prigionieri possano venire processati nelle sue corti federali. Non solo, la Commissione ha anche valutato che i prigionieri musulmani di Guantanamo subiscono abusi da parte della giustizia militare. Esiste a questo riguardo un rapporto della Cidh proprio su Guantanamo nel quale l’Oas, ente autonomo dell’Organizzazione degli Stati americani, ha denunciato che la detenzione indefinita di stranieri sospettati di terrorismo sarebbe del tutto arbitraria e costituirebbe anche una “violazione del diritto internazionale”.

“I motivi di sicurezza pubblica non possono servire come pretesto per la detenzione indefinita di persone senza la presentazione di accuse a loro carico o senza sottoporle a processo” recitava il rapporto. Il centro di Guantànamo venne aperto nel gennaio 2002 dopo gli attentati dell’11 settembre a New York e da allora ci sono state moltissime polemiche circa la sua gestione e sul modo con il quale venivano trattati i detenuti. Da allora sono state fatte decine di denunce da parte di organizzazioni umanitarie a difesa dei diritti umani, ma le autorità americane hanno sempre fatto finta di nulla. Con questo rapporto per la prima volta le autorità americane sono state accusate apertamente di una cattiva gestione della prigione e non solo, il rapporto sarebbe pieno di dettagli e soprattutto contiene la richiesta alla Casa Bianca di “declassificare tutte le prove delle torture e dei maltrattamenti”.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top