Stati Uniti. Ancora un nero ucciso dalla polizia, nuovo scandaloTribuno del Popolo
giovedì , 19 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Stati Uniti. Ancora un nero ucciso dalla polizia, nuovo scandalo

Stati Uniti. Ancora un nero ucciso dalla polizia, nuovo scandalo

Ogni settimana arrivano notizie di persone di colore uccise da agenti di polizia americani per motivi futili o tragici errori. L’ultimo caso è quello di Samuel DuBose, 43enne afroamericano ucciso con un colpo di pistola nonostante stesse obbedendo alle richieste dell’agente. Se non altro in questo caso il poliziotto è stato incriminato grazie alle immagini della telecamera che portava addosso. 

Negli Stati Uniti essere un afroamericano può essere un vero e proprio problema. Basta un movimento male interpretato per finire vittima della violenza della polizia, e non sempre si ottiene giustizia, basti vedere quanto successo a Ferguson la scorsa estate. Ma tutto l’anno scorso è stato contrassegnato da diversi episodi di violenze commesse dalla polizia ai danni della popolazione afroamericana. Il 19 luglio scorso Ray Tensing, poliziotto di 25 anni che lavora presso la University of Cincinnati, ha fermato l’afroamericano DuBose alla guida di una autovettura sprovvista di targa anteriore. DuBose, 43 anni, ha subito ubbidito alla richiesta del poliziotto, ma un suo movimento mentre si chinava verso il cruscotto per riavviare l’auto è stato probabilmente frainteso, e il poliziotto lo ha ucciso con un colpo di pistola. Poteva essere un altro caso Ferguson ma questa volta per fortuna il poliziotto è stato incriminato grazie alla telecamera che indossava e che ha ripreso il tutto, evidenziando come DuBose non abbia tenuto nessun comportamento pericoloso nei confronti dell’agente. Grazie alla visione del video il Grand Jury ha deciso di incriminare il poliziotto per omicidio, ancor più che dal video si è visto come Samuel DuBose fosse completamente disarmato. Se non altro la decisione di incriminare l’agente ha fermato le proteste montanti anche se l’avvocato del poliziotto ha detto di aspettarsi l’incriminazione ma non per omicidio dato che l’agente non avrebbe avuto l’intenzione di uccidere. Indipendentemente da come si evolverà la situazione comunque emerge il problema dell’essere delle persone di colore negli Stati Uniti, con una polizia dal grilletto facile che per errore finisce per uccidere troppe persone innocenti. A seguito di diversi episodi simili del resto la popolazione nera aveva portato avanti aspre proteste contro la violenza della polizia nei confronti della popolazione afroamericana.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top