Stati Uniti. Approvato piano per ampliamento sicurezza informatica | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 27 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Stati Uniti. Approvato piano per ampliamento sicurezza informatica

Secondo quanto riferisce la stampa americana sarà il presidente Obama la persona incaricata di lanciare l’ordine di cyber attacchi preventivi nel caso di aggressioni digitali. E’ la nuova frontiera delle guerre, la cyber war.

cyb

Ormai nel Terzo Millennio i modi di poter combattere una guerra si stano nettamente differenziando dal passato. Restano sempre le vecchie abitudini, ma accanto ad esse si stanno sviluppando nuovi concetti di guerra, come ad esempio quella telematica. Per proteggere gli Stati Uniti da questi attacchi, le agenzie di intelligence americane ora potranno valutare i potenziali cyber attacchi internazionali e, una volta ricevuto l’ok da Obama, potranno contrattaccare i nemici online con un codice distruttivo, senza dichiarare guerra a nessuno. In pratica il dipartimento della Difesa ha deciso un ampliamento della sicurezza informatica del Paese, e per farlo ha deciso di passare il personale della cyber Difesa da 900 a 4.900 funzionari. Alcune delle più note testate statunitensi, come il Washington Post, il New York Times e il Wall Street Journal hanno ammesso di aver subito nelle ultime settimane cyber attacchi e puntano il dito contro non meglio precisati hacker cinesi. Anche Eric Schmidt, presidente di Google, si schiera con questi media, definendo la Cina “l’hacker più prolifico e sofisticato del mondo”. Nel suo libro “The New Digital Age”, che sarà pubblicato a breve, accusa il gigante asiatico di “spionaggio digitale aziendale”. Proprio gli Stati Uniti però hanno poco da stupirsi dal momento che hanno utilizzato dei cyber attacchi per destabilizzare il programma nucleare iraniano. Sono stati gli americani infatti a diffondere il famoso virus Stuxnet che, in teoria, avrebbe dovuto infettare tutti i pc irianiani, facendo collassare le centrali. Insomma nel XXI secolo la guerra non si combatte più solo sul campo, ma anche dietro una tastiera, e spesso per vincerla sta diventando sempre più necessario possedere una superiorità telematica rispetto ai propri avversari.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top