Stati Uniti. Casa Bianca nella bufera per armi ai narcos. Si teme un Watergate bis | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 28 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Stati Uniti. Casa Bianca nella bufera per armi ai narcos. Si teme un Watergate bis

Nel 2006 l’amministrazione Bush varava il piano “Fast and Furious”, un’operazione segreta che intendeva inviare armi ai narcos messicani per risalire tramite esse ai boss delle organizzazioni criminali. Qualcosa però è andato storto, e ora l’amministrazione Obama rischia di subire un duro colpo d’immagine. Nella bufera il segretario di giustizia Eric Holder.

Qualche mese fa la Casa Bianca in gran segreto decise di lanciare l’operazione “Fast and Furious”, il nome in codice di una operazione organizzata contro i narcos. Qualcosa però nello svolgimento dell’operazione è andato storto, e ora Barack Obama in persona potrebbe perdere parecchia popolarità per quello che i repubblicani già chiamano il “Watergate di Obama”. Ma andiamo con ordine. Ieri sera la commissione alla Camera che sta portando avanti le indagini sulla vicenda ha scelto di votare la censura per il segretario di Giustizia Eric Holder. Si tratta della prima volta nella storia degli usa che un segretario alla Giustizia verrà chiamato a “processo” presso la Camera, e manco a dirlo la questione sta sollevando un polverone inaudito che rischia di alienare consensi importanti a Obama a pochi mesi dalle elezioni presidenziali.  Qualora Holder dovesse essere ritenuto colpevole di “disprezzo del Congresso”, ecco che Obama in un solo colpo perderebbe in poche parole uno degli uomini più importanti per il suo governo, nonchè l’afroamericano più importante dopo il presidente stesso. Ma cosa è andato storto nell’operazione segreta che rischia di mandare nella polvere Holder?

Non è la prima volta che gli Stati Uniti elaborano piani disinvolti per combattere il crimine, finendo poi inevitabilmente per venire coinvolti all’interno di sistemi difficillmente controllabili dall’esterno. Tutto nacque quando l’agenzia federale anti-droga Vureau of Alchol, Tobacco, Firearms and Explosives (Atf) elaborò il programma segreto Fast And Furious con la quale forniva armi ai narcos con l’intento di pedirarne poi il percorso per arrivare ai capi criminali dei narcotrafficanti. Un piano rischioso ma anche amolto ambizioso che si pensava potesse essere realmente utile per disarticolare le organizzazioni criminali. Tale operazione però si è rivelata un fiasco completo anche perchè di quasi tutte le armi si è persa ogni traccia. Anzi, alcune armi sono persino state utilizzate dai narcos in alcuni conflitti a fuoco nei quali trovarono la morte diversi poliziotti messicani e anche un agente federale americano. Come se non bastasse grazie alle armi Usa non è stato arrestato nemmeno un capo dei narcos, e a causa di alcuni incidenti e della stessa operazione si sono pesino deteriorati i rapporti diplomatici tra usa e Messico.

L’operazione risale al 2006, quando alla Casa Bianca sedeva ancora George Bush, quindi le responsabilità non andrebbero addossate solamente all’amministrazione democratica di Obama. Holder tuttavia al Congresso non ha dato le risposte sperate nelle interrogazioni parlamentari, minimizzando il suo ruolo nella vicenda, e soprattutto non rendendo note molte delle informazioni di cui era in possesso. Anzi, alcuni parlamentari che si sono assunti l’incarico di indagare sulla vicenda hanno persino accusato Holder di averli deliberatamente ingannati. Insomma una sorta di trappola, ancor più che nella Camera i repubblicani possiedono la maggioranza e non vedono l’ora di utilizzare la vicenda per alienare consensi a Obama. Inoltre, ignorando deliberatamente il coinvolgimento dell’amministrazione Bush nell’ideazione dell’opeazione, alcuni parlamentari repubblicani avrebbero accusato Obama di voler innestare una escalation di violenza per poter lanciare una campagna contro il possesso delle armi, il vecchio spauracchio dei repubblicani, che considerano il diritto a possedere un’arma uno dei loro diritti “fondamentali”.

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top