Stati Uniti. Centinaia di detenuti in sciopero della fame a WashingtonTribuno del Popolo
lunedì , 11 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Stati Uniti. Centinaia di detenuti in sciopero della fame a Washington

Sono almeno 750 i detenuti in un centro di detenzione di immigrati a Washington che hanno deciso di cominciare uno sciopero della fame contro le deportazioni. All’esterno diversi attivisti si sono dati appuntamento per dare solidarietà ai detenuti. 

L’Ice, ovvero  l’ US Immigration and Customs Enforcement agency, ha annunciato sabato che circa 750 detenuti avrebbero rifiutato il loro pasto venerdì della Northwest Detention Facility in Tacoma, Washington dichiarando uno sciopero della fame. Tuttavia diversi manifestanti si sono radunati sotto il carcere per dare solidarietà agli scioperanti, e secondo le prime stime sarebbero più di un migliaio. Il centro, che è diretto dalla GEO Group, una compagnia di servizi privati, attualmente ospita circa 1300 persone che sono sotto esame e temono la deportazione. Lo sciopero dovrebbe durare ancora per i prossimi cinque giorni dal momento che i detenuti chiedono un miglioramento delle loro condizioni e la fine della deportazione. Richiedono cibo migliore, più soldi per il lavoro che fanno e un miglior trattamento da parte del personale della struttura. I cittadini favorevoli allo sciopero si sono ritrovati fuori dal carcere tutti i giorni da quando è cominciato lo sciopero della fame. In risposta allo sciopero l’ICE ha detto che tutti gli scioperanti sono sotto osservazione dallo staff medico e dal personale della struttura. Il problema è che l’amministrazione Obama è finita sotto attacco da parte dei gruppi per i diritti umani che accusano la linea tenuta dal governo sull’immigrazione. Da quando Obama si è seduto sulla Casa Biuanca basti pensare che circa due milioni di persone sono state allontanate dagli Stati Uniti. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top