Stati Uniti. E' pronto l'accerchiamento all'Iran | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 12 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Stati Uniti. E’ pronto l’accerchiamento all’Iran

La flotta americana sarebbe ormai pronta a completare l’accerchiamento nel Golfo Persico con navi da guerra provenienti da 25 paesi pronte a essere dispiegate nella regione. Teheran dal conto suo mostra i muscoli e si prepara a esercitazioni il mese prossimo.

La clessidra prima dell’inizio effettivo della guerra tra Nato e Iran continua a scorrere inesorabile e la sabbia sembra sul punto di finire. La Nato si prepara a dispiegare navi di ben 25 paesi nel Golfo Persico per una esercitazione di 12 giorni cui prenderanno parte navi di Usa, Francia, Gran Bretagna, Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti. Non è chiaro quale sarà il numero esatto di navi che prenderanno parte all’esercitazione, quello che è certo è che vi parteciperanno tre portaerei, si tratta delle navi americane  USS Enterprise, USS John C. Stennis,  e USS Dwight D. Eisenhower. Anche la USS George Washington dovrebbe essere della partita essendo stata avvistata non lontano dall’isola di Guam nemmeno una settimana fa. La Gran Bretagna ha allestito oltre sei vascelli da inviare nel Golfo Persico, si tratta della HMS Diamond, e soprattutto della nuova nave da guerra costata un miliardo di dollari. La flotta simulerà un attacco da parte degli aerei da guerra iraniani, provando le batterie di missili antiaerei. Domenica comunque il generale iraniano Ali Jafari ha confermato che in un eventuale conflitto contro Israele l’Iran attaccherebbe immediatamente lo Stretto di Hormuz, chiudendolo al traffico. Jafari ha anche rivelato che Teheran riterrà gli Stati Uniti responsabili anche nel caso di un attacco unilaterale di Israele. In risposta a queste accuse gli Stati Uniti, che mantengono comunque una pesante presenza militare nella regione, stanno ulteriormente accrescendo la propria presenza per proteggere lo Stretto di Hormuz, luogo da cui transita oltre il 40% del petrolio mondiale. La Repubblica Islamica dal conto suo organizzerà una grande esercitazione militare il mese prossimo, una sorta di braccio di ferro che potrebbe però diventare guerra vera prima del previsto.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top