Stati Uniti. Estremista spara e uccide al consultorioTribuno del Popolo
venerdì , 28 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Stati Uniti. Estremista spara e uccide al consultorio

Un uomo, probabilmente un estremista di destra aderente al Ku Klux Klan, è entrato nella clinica specializzata in controlli delle nascite Planned Parenthood di Colorado Springs sparando all’impazzata. Alla fine il bilancio è di un poliziotto e due civili morti e ben nove persone ferite. Alla fine l’uomo, che si era asserragliato in una sala, è stato tratto in arresto dalle forze dell’ordine. 

Un bilancio terribile quello della giornata di follia di ieri a Colorado Springs, dove un uomo, probabilmente un estremista di destra vicino al Ku Klux Klan, è entrato armato di fucile automatico in un locale consultorio uccidendo tre persone, un poliziotto e due civile, e ferendone altre nove. Si trattava della clinica Planned Parenthood di Colorado Springs e per diverse ore l’uomo ha letteralmente preso in ostaggio 150 persone, asserragliandosi all’interno e sparando contro gli agenti di polizia che nel frattempo hanno circondato l’edificio. Alla fine la polizia è riuscita a mettere in salvo le persone trincerate all’interno e ad arrestare l’uomo, Robert Lewis Dear, un bianco di 57 anni. Mentre le forze dell’ordine cercano di ricostruire le ragioni del suo gesto sembrerebbe che l’uomo fosse un esponente della destra fondamentalista, probabilmente vicino al Ku Klux Klan (Fonte Rai News). Gli Usa sono dunque sotto shock anche perchè il luogo della tragedia, un consultorio sede del programma “Planned Parenthood” era una struttura medica dove si attuava la pianificazione familiare ed era stato oggetto di aspre critiche da parte del movimento “pro vita” e dei fondamentalisti di destra in quanto luogo dove è possibile praticare aborti. Inevitabile dunque che ora l’opinione pubblica torni ad affrontare lo scottante tema degli aborti, che ultimamente negli Usa rappresenta un vero e proprio punto caldo in quanto crea accese divisioni all’interno della società americana. Anche in passato la sede di Colorado Springs di Planned Parenthood era stata oggetto di proteste da parte dei “pro-life” che avevano cercato di picchettare la struttura. Del resto non è nemmeno la prima volta che capitano fatti di questo genere negli Usa, basti pensare che dal 1977 a oggi ben otto dipendenti di cliniche dove si praticavano aborti sono stati uccisi in diversi agguati terroristici.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top