Stati Uniti. Il Far West eclissa il sogno americanoTribuno del Popolo
giovedì , 19 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Stati Uniti. Il Far West eclissa il sogno americano

Stati Uniti. Il Far West eclissa il sogno americano

Sono per tutti i governi europei o quasi un “modello” di democrazia, eppure negli Stati Uniti le cose non sembrano andare così bene. Le sparatorie infatti sono all’ordine del giorno al punto che si può parlare di un vero e proprio Far West. Ma un Paese che permette tutto questo, ha realmente qualcosa da insegnare al mondo?

Si può davvero parlare di “Sogno Americano”? Ammesso che sia mai esistito osservando l’America di oggi questo sogno appare più simile a un incubo. Non solo negli Stati Uniti i poveri ci sono eccome, ma le sparatorie da Far West sono ormai diventate all’ordine del giorno, al punto che quasi settimanalmente la notizia di qualche squilibrato che spara sulla folla guadagna le prime pagine, per non parlare dei casi di afroamericani uccisi dalla polizia in circostanze più o meno chiare. Del resto quello di possedere un’arma è ritenuto un diritto costituzionale da parte dei cittadini americani, gli stessi che si ritengono i “giudici” del mondo, ovvero coloro che possono permettersi di giudicare gli altri paesi distribuendo le patenti di “buoni” o “cattivi”. Hollywood fa e ha fatto il resto proiettando un’immagine degli Stati Uniti del tutto distorta che avvince milioni di persone nel mondo convincendole che negli Stati Uniti troveranno tutto quello che si può desiderare. Eppure non è possibile nascondere il Far West che regna sovrano negli Stati Uniti dove qualsiasi squilibrato può agevolmente acquistare pistole o armi automatiche direttamente al supermercato. E’ davvero possibile che un paese che fa delle armi un business possa assurgere a modello globale? Sulla base di cose gli Usa millantano una superiorità morale e intellettuale nei confronti del resto del mondo quando anche la pena di morte in diversi stati americani è ancora una tristissima realtà?

Del resto Obama più volte si è scagliato contro le lobbies delle armi, ma come è possibile che non riesca a rendersi conto del fatto che fin quando negli Stati Uniti ci saranno pena di morte e libera vendita di armi il mondo non potrà mai accettare la superiorità morale supposta di Washington? La nostra speranza è se non altro quella che molti ragazzi e ragazze aprano gli occhi e comincino a guardare agli Stati Uniti non più come a uno “Status Symbol” o come un sogno da inseguire ma come a uno stato come altri. In questo modo scopriranno che persino la tanto vituperata Italia in certe cose è forse meglio degli Stati Uniti, e magari cominceranno a utilizzare lo spirito critico anche nell’analisi della storia recente, capendo quindi che il fatto che un paese sia egemone, come indubbiamente è Washington, non implica che sia anche “buono”. Ancor più che ci sarebbe molto da dire anche circa la presunta “democrazia” degli Stati Uniti, ma questa è una storia che meriterebbe un approfondimento a parte. E invece si farà finta di nulla fino al prossimo che ucciderà un reporter in diretta Tv o al prossimo che vestito da Rambo o da Joker sparerà sulla folla, ancora una volta, nell’indifferenza di un mondo che finisce per accettare tutto quello che i media dicono.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top