Stati Uniti. La fine del sogno americano: povertà in aumentoTribuno del Popolo
venerdì , 20 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Stati Uniti. La fine del sogno americano: povertà in aumento

Stati Uniti. La fine del sogno americano: povertà in aumento

Secondo il Brooking Institution la povertà negli Stati Uniti sarebbe in aumento verticale negli ultimi anni. Il numero di poveri delle aree suburbane sarebbe più che raddoppiato tra il 2003 e il 2013.

Photo Credit

C’ stato un tempo in cui gli Stati Uniti rappresentavano la speranza per milioni di poveri in tutto il mondo. Chiunque si recasse negli Usa aveva perlomeno la speranza di migliorare la propria condizione, ma oggi quei tempi sembrano un pallido ricordo. Secondo uno studio diffuso dalla Brooking Institution infatti, il volto della povertà negli Usa sarebbe da ricercarsi nei sobborghi delle città, e il numero dei poveri sarebbe in aumento verticale. Studio alla mano infatti il numero di persone che vivono in poverta’ nelle zone suburbane delle maggiori aree metropolitane degli Usa sarebbe aumentato del 64% negli ultimi dieci anni, più del doppio delle aree urbani o rurali. Basti pensare che una metropoli come New York ha visto aumentare il tasso di poveri nelle sue periferie dal 29% al 33% nel periodo tra il 2000 e il 2010. Ci sarebbero migliaia di nuovi poveri, persone che hanno perso il lavoro o non riescono a trovarne uno stabile, finendo per essere sommersi dai debiti.  Tra le zone più colpite, diverse contee della Florida e della costa del Golfo del Messico. Sono moltissimi coloro che, a causa degli elevati prezzi degli immobili, sono costretti a lasciare il centro delle città per recarsi in periferia, dove trovano prezzi più abbordabili ma anche tanto degrado. Il fenomeno è partito da Los Angeles, dove già da parecchi anni la fascia della popolazione più povera si è trasferita in periferia. Sono moltissimi inoltre a lamentarsi che le autorità si occupano sempre di più del centro cittadino, tendendo letteralmente a ignorare le condizioni dei più poveri, costretti spesso ad accalcarsi nelle affollate periferie dove i servizi sono scadenti quando non mancanti. E’ questo il volto triste dell’America, un numero sempre più elevato di americani che hanno visto sfiorire l’American Dream e sono costretti a vivere alla giornata. E molti di loro un tempo appartenevano alla cosiddetta middle class, prima dell’arrivo della crisi che, anche qui, ha fatto il vuoto.

J.H.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top