Stati Uniti. Tempi d'oro per i super ricchiTribuno del Popolo
domenica , 22 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Stati Uniti. Tempi d’oro per i super ricchi

Crisi mondiale? non per i miliardari americani che non sono mai stati, letteralmente, così ricchi. A cinque anni dall’esplosione della crisi, i miliardari Usa hanno visto aumentare come mai prima i loro averi.

Tempi difficili con la crisi mondiale alle porte? non per i super-ricchi che non sono mai stati così ricchi come negli ultimi cinque anni. Ovviamente stiamo parlando dei “paperoni” a stelle e strisce che, secondo il mensile Forbes, avrebbero visto crescere i propri averi come mai prima. Annualmente il mensile americano censisce il patrimonio dei 400 uomini più ricchi degli Stati Uniti e nel 2013 l’ammontare dei 400 conti correnti ha superato la soglia di 2000 miliardi di dollari, ben oltre 300 in più rispetto ai 1700 del 2012. Solo per farvi comprendere di cosa stiamo parlando stiamo palrando di una cifra che supera di poco l’economia della Russia, non proprio bruscolini. Chiaramente in testa alla classifica dei ricconi non poteva mancare Bill Gates, fondatore di Microsoft, che quest’anno ha visto aumentare le sue ricchezze superando anche Carlos Slim, miliardario messicano che opera nelle telecomunicazioni. Medaglia d’argento invece per Warren Buffett con 58,5 miliardi di dollari. Insomma i più ricchi non solo non hanno subito danni dalla crisi, ma anzi sono riusciti persino a fare soldi. Secondo uno studio dell’Internal Revenue Service almeno l’1% degli americani più ricchi deteneva da solo il 19,3% del reddito delle famiglie nel 2012. Si tratta della più grande forbice da almeno un secolo e la diseguaglianza è cresciuta a dismisura avvantaggiando ancora una volta di nuovo i più ricchi. Pochi possiedono sempre di più, molti sempre di meno, è la fotografia dell’annientamento della classe media americana.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top