Stati Uniti. Tensione alta per allerta terrorismoTribuno del Popolo
giovedì , 19 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Stati Uniti. Tensione alta per allerta terrorismo

Stati Uniti. Tensione alta per allerta terrorismo

Le ambasciate USA sono in allerta. Evacuato il personale da Beirut e da Adana dopo che la CIA avrebbe intercettato un messaggio di Teheran alle milizie sciite.

Esplode l’allarme terrorismo nelle ambasciate americane dopo aver intercettato un messaggio dei giorni scorsi partito da Teheran. Nel messaggio si sollecitavano le milizie sciite in Iraq a colpire gli interessi di Washington nel Paese. O meglio, si sollecitano le milizie sciite a difendere il Paese dagli interessi di Washington. Altre minacce, raccolte nei giorni scorsi, hanno spinto il dipartimento di Stato americano a inviare l’ordine di evacuazione del personale non indispensabile della rappresentanza a Beirut e il personale volontario attivo al consolato di Adana, nella Turchia meridionale. D’altra parte scatta l’allarme terrorismo in tutto il mondo arabo, di fronte alle continue minacce di intervento degli americani. La Repubblica islamica ha fatto subito sentire la sua opposizione a qualunque punizione per l’alleato Assad. E, come l’intelligence americana ha intercettato in un altro messaggio che veniva da Qasem Soleimani, capo della Qods Force della Guardia Repubblicana, le milizie sciite filo-iraniane che si trovano in Iraq hanno avuto l’ordine di prepararsi, per far pagare agli Usa l’intervento in Siria. Chi sono i terroristi? Chi difende il proprio Paese dalle ingerenze esterne, o chi vuole imporre il proprio dominio in terre straniere?

Nel frattempo, anche le agenzie europee hanno avuto l’ordine di prepararsi a prevenire attentati. A Beirut e Adana sono rimasti pochi uffici aperti con pochi addetti necessari. Ad Adana si dà il permesso di partire a tutti coloro che si sentono in pericolo, mentre si rafforzano le difese in tutte le ambasciate del Medio Oriente e dell’Africa Settentrionale. Sono schierate le navi lungo il Mediterraneo e sono dotate di Stardard Missile-3, intercettori che possono esser usati per distruggere in volo eventuali razzi lanciati contro le stesse unità o contro Israele. La Francia e l’Italia temono per le loro truppe schierate con la missione ONU nel Sud del Libano in quanto possono divenire un obiettivo.

Teheran smentisce ogni cosa. “Sono allarmi basati sul nulla-parla un portavoce all’ONU, Alireza Miryousefi- che hanno solo lo scopo di provocare il Congresso e spingerlo ad autorizzare l’attacco in Siria. Ricordiamoci sempre che fidarsi delle informazioni anonime fornite da fonti dell’intelligence americana ci porterà solo a ripetere la tragedia dell’Iraq”.

Glenda Silvestri

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top