Stati Uniti. Torna lo spettro del Ku Klux Klan, ma torna anche il New Black Panther PartyTribuno del Popolo
giovedì , 23 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Stati Uniti. Torna lo spettro del Ku Klux Klan, ma torna anche il New Black Panther Party

Ore di tensione  nel South Carolina dove centinaia di membri del New Black Panther Party e del Ku Klux Klan (KKK) hanno realizzato due cortei separati a favore e contro la bandiera Confederata. Alla fine si sono verificate tensioni e scontri con un bilancio di cinque arrestati. Attualmente si discute se togliere o meno la bandiera Confederata, considerata da alcuni un simbolo di razzismo, da altri una parte della cultura americana. 

Come sia possibile che negli Stati Uniti sia legale avere un movimento chiamato Ku Klux Klan resta un mistero, eppure le autorità permettono che gli aderenti di questo gruppo si incontrino con le loro bandiere Confederate e le loro svastiche nel centro delle città americane. A vedere le loro bandiere sembrava quasi di fare un tuffo negli Usa del passato, eppure era tutto vero e per le strade della South Carolina si sono radunate centinaia di persone sia del KKK sia del New Black Panther Party, il cui intento era ovviamente quello di contestare i razzisti in tutti i modi.  Del resto dopo la strage verificatasi qualche giorno fa a Charleston, quando un giovane bianco entrò in una chiesa sparando sulle persone di colore, le autorità avevano aperto un dibattito circa la rimozione della bandiera Confederata da ogni edificio pubblico in quanto sarebbe un simbolo di odio razziale. Ovviamente il KKK e altri pensano invece che si tratti di heritage culturale, e hanno persino ricevuto il permesso di tenere una manifestazione. Anche per questo il New Black Panther Party non poteva non cogliere l’occasione di ritrovarsi nello stesso luogo per contestare i membri del Ku Klux Klan e infatti i due schieramenti si sono scontrati scatenando scontri e arresti da parte della polizia. Inizialmente solo poche decine di persone avevano accettato di aderire alla manifestazione ma molto presto sono diventati centinaia con il New Black Party che ha duramente contestato il KKK che evidentemente sopravvive grazie al razzismo e all’ignoranza. Insomma movimenti che sembravano relegati al passato tornano in modo inquietante ad agitare i loro vessilli, e, fatto ancor più grave, incredibilmente le leggi americane evidentemente permettono a chi si dichiara un membro del KKK di poterlo fare senza problemi.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top