Stop consegna emendamenti, ma i consumatori sono preoccupatiTribuno del Popolo
domenica , 23 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Stop consegna emendamenti, ma i consumatori sono preoccupati

Scade oggi il termine per la presentazione degli emendamenti riguardanti la Legge di Stabilità. Ma le associazioni dei consumatori esprimono rammarico: non siamo stati ascoltati.

Numerose le audizioni in aula dell’ultimo mese, ma le associazione dei consumatori scrivono al Premier e dichiarano di non esser state audite in aula. “Esprimiamo il nostro rammarico al Premier Letta perché sulla Legge di Stabilità, che impatterà a fondo sulla vita dei consumatori, non sono stati ascoltati i pareri e le proposte dei consumatori. Siamo convinti che il ruolo del consumatore avrà un peso sempre maggiore nelle politiche e nelle strategie economiche, siano esse nazionali che europee. Per questo rinnoviamo l’invito a riprendere la consuetudine di consultare le associazioni dei consumatori, in qualità di rappresentanti dei diritti e degli interessi dei consumatori, al momento di assumere decisioni fondamentali per i cittadini”. Questo l’appello di Adoc, Cittadinanza attiva, Codacons e Unc che il già lo scorso 14 ottobre avevano sottoscritto il Progetto Garanzia Italia presentato al Governo da ABI, Alleanza delle Cooperative, Confindustria e Rete Imprese Italia.Accesso alla liquidità, finanziamenti a progetti di imprenditoria giovanile, innovazione e prestiti d’onore: un piano di sviluppo produttivo da 100 miliardi di euro.

Oggi alle 12.00, i partiti hanno consegnato gli emendamenti alla Legge di Stabilità in commissione Bilancio al Senato. Prevista una valanga di emendamenti, oltre 3 mila, ma la questione resta top-secret: non è possibile accedere all’elenco degli emendamenti. Si dovrà attendere la pubblicazione sui siti istituzionali prevista per lunedì sera. Notizie relative arrivano soltanto dai partiti stessi. Dal PDL la proposta che atterrisce gli utenti twitter: la desmanializzazione delle aree balneari con un aumento delle concessioni, l’escamotage per recuperare i soldi non sottratti con l’IMU. Per il PD invece, alcuni degli emendamenti sono in merito a pensionamento per gli over 62 con le vecchie regole e fondo di garanzia per piccole imprese, export e diritto all’abitazione. Dal M5S invece proposte in merito a tagli delle pensioni d’oro e ad una quota dell’8 per mille per la Chiesa.

Intanto venerdì 15 novembre la Commissione europea valuterà la Legge di Stabilità. Da lunedì 18 novembre la discussione in aula.

    Veronica Pavoni

Fonte: Oltremedianews

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top