Sulle manifestazioni di ieri…Tribuno del Popolo
mercoledì , 26 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Sulle manifestazioni di ieri…

Ieri in una importante città del nord Italia c’era un po’ di tutto in piazza. Chi manifestava contro chi manifestava, chi manifestava contro chi non manifestava e chi non manifestava contro chi manifestava.Ora, senza scomodare paragoni impegnativi, provo a guardare la situazione da “esterno”.

Fonte: http://cercareilvero.wordpress.com/2014/10/19/sulle-manifestazioni-di-ieri/

C’era un gruppo di persone che se la prendeva con i clandestini. D’ora in poi su questo post chiameremo i primi disperati e i secondi stranieri.
Poi c’era un gruppo di persone che se la prendeva contro i disperati. Questi d’ora in avanti saranno i kolti.
E infine c’erano quelli che se ne fregavano di tutti e tre i gruppi. Questi li chiameremo i cittadini.
Per quanto possa sembrare assurdo a prima vista, tutti e quattro i gruppi (disperati, stranierikolti e cittadinihanno i medesimi problemi a grandi linee: non trovano lavoro, quando lo trovano i salari sono da fame, si ritengono sfruttati, etc.
Problemi seri che non possono non essere affrontati.
Ma il problema è: come affrontare questi problemi?
Ieri i disperati hanno individuato il problema negli stranieri. Certo, il loro leader in alcune interviste ha detto cose interessanti ma il focus del problema secondo questo gruppo, sono gli stranieri che recano danni al resto della popolazione. Sempre i disperati, poi, se la sono presa con i kolti, criticandoli di difendere sempre e comunque gli stranieri.
kolti ieri manifestavano contro i disperati accusandoli di razzismo verso glistranieri. In parte avevano pure le loro ragioni ma rimane il problema di base: che fare? Soluzioni poche e confuse. L’importante è andare contro idisperati (come se queste polemiche avessero funzionato negli anni scorsi…).
Gli stranieri, tutto sommato, dimostrano una vaga indifferenza mentre icittadini non vengono minimamente toccati da queste problematiche (salvo poi trasformarsi in super esperti un giorno prima delle elezioni).
Una società con poche idee ma con molta confusione.
Alla prossima.

Ah, ho dimenticato un gruppo: gli sfruttatori. Gli sfruttatori sono quelli che vivono sulle spalle di disperati, stranierikolti e cittadini.
Ma tanto di questi non se ne occupa più nessuno e a loro va bene così.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top