Sviluppi nel caso dell'omicidio del deputato socialista Robert Serra e della sua compagna Maria HerreraTribuno del Popolo
sabato , 21 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Sviluppi nel caso dell’omicidio del deputato socialista Robert Serra e della sua compagna Maria Herrera

Sviluppi nel caso dell’omicidio del deputato socialista Robert Serra e della sua compagna Maria Herrera

Il presidente della Repubblica del Venezuela, Nicolas Maduro oggi ha informato di importanti sviluppi nelle indagini sull’omicidio del giovane deputato Robert Serra e della sua compagna, Maria Herrera. Nell’omicidio è coinvolto un importante personaggio dell’estrema destra venezuelana, attualmente deputato al Parlamento nazionale. Non è ancora stato rivelato il suo nome, ma il presidente ha detto che ci sono prove schiaccianti, ottenute grazie agli ultimi arresti ed alle perquisizioni operate in questi ultimi giorni.
L’omicidio del giovane deputato Robert Serra e della sua compagna, Maria Herrera avvenne lo scorso primo ottobre e fin dai primi momenti delle indagini sono emerse prove schiaccianti a danno degli esecutori materiali; le indagini hanno poi portato ad individuare alcuni autori intellettuali, i mandanti dell’omicidio.
Con le autorità venezuelane hanno collaborato quelle colombiane, dato che tra gli autori materiali, il principale indiziato è il colombiano Leiver Padilla, arrestato appunto in Colombia, dove si era rifugiato dopo l’omicidio ed estradato a Venezuela lo scorso 30 maggio.
Il 3 giugno è stato arrestato in Venezuela Julio Vélez, ritenuto uno degli autori intellettuali, o probabilmente colui che ha coordinato i rapporti tra gli autori materiali ed i veri mandanti, personaggi importanti che non potevano esporsi direttamente. Dalle indagini risulta che Julio Vélez ha stretti rapporti con l’ex presidente colombiano Álvaro Uribe Vélez, che apertamente sta operando per destabilizzare il Venezuela, attraverso la violenza e la guerra economica.

robert serra 00
L’omicidio del giovane e brillante deputato Robert Serra si inquadra in una spirale di violenza perpetrata dalla estrema destra venezuelana, con la collaborazione di movimenti dell’estrema destra internazionale, tra i quali appunto l’ex presidente colombiano Alvaro Uribe.
La spirale di violenza in Venezuela è iniziata all’indomani delle nuove elezioni presidenziali, a seguito della morte di Hugo Chavez, e vinte da Nicolas Maduro (aprile del 2013); è poi proseguita con la “guarimba” e l’operazione “Uscita”, un vero e proprio tentativo di rivoluzione colorata in Venezuela (febbraio/marzo 2014), organizzata da Leopoldo Lopez e proseguita con il tentativo di colpo di stato in cui sono coinvolti tra gli altri il sindaco del Distretto Metropolitano di Caracas Antonio Ledezma e Maria Corina Machado.
Oltre all’omicidio di Robert Serra ricordiamo che il fascismo venezuelano ha assassinato anche un altro leader della rivoluzione Bolivariana, Eliézer Otaiza, il 25 aprile del 2014.
Adesso con questa nuova rivelazione del presidente, che coinvolge un importante deputato dell’opposizione, si sta arrivando alla cupola, a chi sta veramente dietro tutta la destabilizzazione del Venezuela.
Attilio Folliero, Caracas 
Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top