Tanti auguri Comandante Che GuevaraTribuno del Popolo
venerdì , 20 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Tanti auguri Comandante Che Guevara

Il 14 maggio del 1928 nasceva a Rosario, in Argentina, Ernesto “Che” Guevara. Rivoluzionario, medico, guerrigliero, scrittore ed eroe, il “Che” ha fatto la storia del XX secolo entrando nel cuore di milioni di persone che, ancora oggi, sentono dentro un fuoco che li avvampa di fronte alle ingiustizie.

Photo Credit

Se Ernesto Che Guevara fosse nato sul finire del Novecento e non nel 1928, sicuramente oggi non sarebbe felice. Molti dei suoi insegnamenti sono purtroppo andati perduti, e il mondo, dobbiamo ammetterlo, non sta andando nella direzione che lui avrebbe voluto. I suoi insegnamenti però riecheggeranno per l’eternità e la sua figura, un pò come quella mitica di Spartaco nell’Antichità, è assurta ormai a paradigma di rivoluzionario che lotta per la giustizia e per l’uguaglianza. In questo senso, ne siamo certo, il “Che” si è guadagnato l’immortalità. Non tutto quello che ha fatto il Che però è diventato polvere, il governo rivoluzionario di Cuba esiste ancora, e il suo amico migliore, Fidel Castro, è ancora vivo e con la sua stessa esistenza rappresenta in qualche modo anche un collegamento a lui, al Che, prematuramente scomparso per aver inseguito il sogno della Rivoluzione ovunque gli fosse possibile. Il Che infatti era un combattente, era anche un sognatore, e proprio perchè sentiva di dover compiere una missione accettò di andare in Africa nell’ex Congo Belga e poi in Bolivia. Sarebbe poi stato catturato e ucciso da un reparto anti-guerriglia dell’esercito boliviano coadiuvato da forze speciali della Cia a La Higuera, in Bolivia. Il suo corpo oggi riposa a Santa Clara, a Cuba, e sono milioni coloro che, ogni anno, compiono una sorta di pellegrinaggio per visitare la tomba del “Che”.

Bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza“, è solo uno dei tanti aforismi che ci restano del “gigante” di Rosario, un uomo che è riuscito a tradurre in prassi il sogno di riscatto morale e umano degli oppressi del mondo.  Ernesto Guevara odiava le ingiustizie, e per tutta la vita ha sacrificato se stesso, i suoi amori, la sua famiglia, per andare incontro a questo ideale. “Vale milioni di volte di più la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell’uomo più ricco della terra.“, ha detto sempre lui, il “Che”, rendendo quindi palese quella che è stata la sua filosofia di vita. Amatissimo dalle masse popolari, con il suo fascino ribelle ma tenero, il “Che” divenne un eroe anche per milioni di giovani occidentali, divenne l’icona per antonomasia del “rivoluzionario” anche se purtroppo i suoi insegnamenti sono stati per certi versi svuotati. Oggi tutti hanno sentito nominare almeno una volta Ernesto Che Guevara, anche se probabilmente non conoscono quali sono gli ideali per i quali sacrificò la sua vita. Non lo sanno perchè altrimenti, forse, non avrebbero permesso che le cose andassero in questo modo.

Hasta Siempe, Comandante. Quanto ci sarebbe bisogno di te oggi.

Dc

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top