Tempesta sul Movimento 5 Stelle. Ma si sapeva già tutto | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 20 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Tempesta sul Movimento 5 Stelle. Ma si sapeva già tutto

Ieri Favia, consigliere regionale in Emilia Romagna per il Movimento 5 Stelle, ha rilasciato fuori onda alcune dichiarazioni alla trasmissione “Piazza Pulita” di Formigli, su La7. Favia ha parlato del ruolo ambiguo della Casaleggio, una sorta di “grande vecchio” alle spalle del Movimento 5 Stelle capace di selezionare i candidati e di manovrare anche Beppe Grillo. Ma tutto ciò, almeno a noi, non sorprende…

Quando ieri Favia ha “vuotato il sacco” a “Piazza Pulita” di Formigli, su La7, in molti hanno gridato allo scandalo. Ma a ben guardare che cosa avrà mai detto  il consigliere regionale emiliano del Movimento 5 Stelle che già non sapessimo? Nulla. Della Casaleggio e del suo ruolo ambiguo dietro al Movimento sono stati scritti migliaia di articoli, ma evidentemente sono stati ritenuti frutto di menti rancorose e non già una denuncia di quanto stava succedendo. Meglio tardi che mai, certo, ora in molti, si spera, apriranno gli occhi sul Movimento 5 Stelle e inizieranno a capire che in questo mondo senza ideali e ideologie nessuno fa niente per niente. Eh già, quanti grillini avranno pensato, in tutta buona fede, che fosse arrivato il tempo della “riscossa”, il tempo in cui i poveri cittadini bistrattati ma informati si sarebbero ripresi il potere e il controllo del loro Paese. Un bel sogno, bello davvero, peccato che sia un sogno trasformato da sapienti mani in un prodotto di marketing da piazzare nelle vetrine della politica, si proprio quelle che a parole i grillini vorrebbero picconare.  E così, quando ieri Favia ha parlato di Casaleggio cinico e dittatoriale, di un Grillo manovrato dal “grande vecchio”, e di uomini di Casaleggio tra i candidati, almeno io non ho provato nessuna emozione. Sarà che da comunista impenitente tendo sempre a dubitare di qualsiasi cosa, arrivando persino a vedere il marcio anche laddove non c’è, tuttavia almeno nel caso del Movimento 5 Stelle forse non ci avevo visto così sbagliato. ”Casaleggio prende per il culo tutti perché da noi la democrazia non esiste. Grillo e’ un istintivo, lo conosco bene, non sarebbe mai stato in grado di pianificare una cosa del genere“, ha detto ieri un’indignato Favia in un fuori onda che è stato ripreso da tutte le prime pagine dei giornali. Ma non voletene troppo al povero comico genovese, alla fine tutti hanno i loro santi in paradiso, che siano banche, poteri forti, affaristi senza scrupoli o multinazionali tutti i partiti hanno da rendere conto a qualcuno, anche quelli che vogliono spazzare via tutti gli altri, come il Movimento 5 Stelle appunto. Semmai i partiti che spaventano sono quelli che hanno come unica arma le idee, gli ideali, e sono quelli contro cui si è scatenata la più immane reazione di massa nei decenni scorsi. No caro Grillo, o caro Casaleggio alla fine è lo stesso, i partiti non sono tutti uguali, voi forse siete persino peggiori di quelli che hanno costruito la Prima e la Seconda Repubblica perchè vi preponete di ucciderli, avendo però gli stessi scheletri nell’armadio. Noi invece con la nostra tradizione di mangiabambini possiamo avere molti difetti, ma giriamo a testa alta, e ne andiamo fieri.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top