Thailandia. Assediati i ministeri, traballa il governoTribuno del Popolo
domenica , 28 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Thailandia. Assediati i ministeri, traballa il governo

Una vera e propria rivolta sta squassando la Thailandia dove i manifestanti hanno assalito diversi edifici governativi a Bangkok chiedendo le dimissioni del premier Shinawatra.

Una vera e propria rivolta contro il premier Shinawatra ma anche contro le istituzioni della Thailandia. I manifestanti dell’opposizione hanno letteralmente assediato alcuni edifici governativi, costringendo funzionari e impiegati ad abbandonare gli uffici. Sono stati circondati, tra gli altri, il ministero dell’Interno, e quelli degli Esteri e delle Finanze. I manifestanti hanno dato ai funzionari che vi lavorano un’ora di tempo per evacuarli. Il loro obiettivo era quello di forzare il premier e il ministro della Difesa, Yingluck Shinawatra, prima donna alla guida dell’esecutivo nella storia nazionale, a rassegnare subito le dimissioni. Il fratello del ministro della Difesa è Thaksin Shinawatra, magnate ricchissimo ed ex primo ministro della Thailandia dal 2001 al 2006, quando fu allontanato da un golpe militare e riparò a Dubai. Secondo molti analisti Thaksin continuerebbe a influenzare il governo manovrando la sorella Yingluck e il suo partito, il Pheu Thai, che vinse le elezioni nel luglio 2011. Ad accendere la fiammella della rivolta è stata la proposta di amnistia poi revocata che avrebbe permesso a Thaksin di rientrare in patria senza nemmeno dover scontare i due anni di carcere per corruzione. Ieri il premier thailandese aveva proclamato lo stato d’emergenza nella capitale e poi assicurato che contro i manifestanti, per lo più appartenenti al Partito democratico all’opposizione, non sarà usata la forza.  Il timore è  comunque che la situazione possa sfuggire di mano con esiti imprevedibili per la tenuta democratica del Paese.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top