Thailandia. Occupato quartier generale dell'esercito dai manifestantiTribuno del Popolo
sabato , 27 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Thailandia. Occupato quartier generale dell’esercito dai manifestanti

Diversi manifestanti a Bangkok, in Thailandia, hanno fatto irruzione nel compound del quartier generale dell’esercito thailandese nel tentativo di destabilizzare il governo.

E’ ormai da lunedì che le proteste in Thailandia vanno avanti senza sosta contro il governo del Primo Ministro Yingluck Shinawatra. Più di mille manifestanti antigovernativi hanno letteralmente fatto irruzione nel compound del quartier generale dell’esercito thailandese. “Vogliamo capire da che parte sta l’esercito“, hanno detto i manifestanti secondo quanto riportato dalla Reuters. Ma le mobilitazioni popolari di protesta sono state diverse anche nel resto della Capitale, dove migliaia di persone sono scese in piazza per chiedere le dimissioni di Shinawatra. Negli ultimi giorni i manifestanti hanno occupato diversi palazzi ministeriali e hanno tolto l’elettricità ai quartier generali della polizia thailandese. In questo contesto dinamico e pericoloso il primo ministro Shinawatra ha chiesto ai manifestanti di trattare per trovare soluzioni condivise alla crisi; tuttavia l’opposizione si mostra compatta e sembra voler andare avanti con la destabilizzazione del governo. Per il momento Suthep Thaugsuban, il leader della protesta, ha detto che l’opposizione farà di tutto perchè non ci sia più un regime in Thailandia. In molti però suggeriscono al governo thailandese di non cadere in provocazioni che avvantaggerebbero inevitabilmente l’opposizione. Attualmente i manifestanti si sono installati in cinque diversi punti della città, tre dei quali nel cuore storico di Bangkok; il primo ministro Shinawatra è accusato di essere un fantoccio per suo fratello ed ex premier Thaksin Shinawatra. La rabbia è esplosa a causa di una legge di amnistia che permetterebbe a Thaksin, condannato in Thailandia per abuso di potere, a ritornare dal suo esilio autoimposto. A odiare Thaksin Shinawatra soprattutto la classe media che non si trova d’accordo con l’autoritarismo dell’attuale governo.Si tratta di una classe che comprende molti generali, aristocratici, affaristi, tutti delusi da una presunta antipatia del partito al governo nei confronti della monarchia. Il gruppo principale di opposizione si fa chiamare “Movimento per la Democrazia” e rappresenta anche 45 unioni sindacali, una delle quali rappresenta la Thai Airways che ha minacciato di bloccare i voli nel caso di repressione violenta da parte del governo. Thaksin è un miliardario delle telecomunicazioni che ha costruito il suo potere con misure populistiche che gli hanno assicurato i voti della gente povera delle campagne che lo ha votato per ben due volte, nel 2001 e nel 2005, prima che nel 2006 non lo allontanasse un golpe militare.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top