"The Global Conversation", facciamo dieci domande per John McCainTribuno del Popolo
venerdì , 24 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

“The Global Conversation”, facciamo dieci domande per John McCain

 Il senatore John Sidney McCain sarà il prossimo ospite d “The Global Conversation” e risponderà ad alcune domande dei lettori. Noi del “Tribuno del Popolo” abbiamo pensato di fargliene avere qualcuna…Potete farlo anche voi via Facebook o Twitter all’hashtag #AskMcCain.

John McCain è un personaggio noto non solo negli Stati Uniti. Senatore repubblicano nato nella zona del Canale di Panama controllata dagli Stati Uniti nel 1936 acquisì fama internazionale dopo essere stato fatto prigioniero nel 1967 in Vietnam per cinque anni. Poi la carriera politica con l’elezione nel 1982 al Congresso dove ovviamente si trovava a sostegno dell’amministrazione Reagan, quella che aveva chiamato l’Urss come “L’Impero del Male”, per intenderci. Si candidò poi per il Senato per lo Stato dell’Arizona e venne eletto nel 1986. Conservatore di ferro, McCain nel 2000 si mise in corsa per la presidenza ma venne sconfitto da George W. Bush. Non per questo però perse l’entusiasmo e nel 2008 tornò in corsa per le elezioni confidando nel fatto che per quanto sia un conservatore della prima ora nell’opinione pubblica americana goda di ampio credito come battitore libero. Chiaramente oggi è uno dei più fieri oppositori di Obama e si è mostrato molto attivo nel disegnare le politiche americane di intervento nel mondo in concomitanza con le Primavere Arabe. Non solo, proprio McCain è stato in prima fila sia per quanto riguarda la Siria, sia per quanto riguarda l’Ucraina, spendendosi a favore delle rispettive opposizioni. Nel caso dell’Ucraina McCain è andato anche in piazza Maidan ad aizzare l’opposizione contro Yanukovich e si è mostrato in prima fila sia contro Assad che contro Putin caratterizzandosi per essere a favore della linea dura. Non solo, molte fonti lo accusano anche di aver in qualche modo appoggiato lo Stato Islamico nei mesi precedenti in chiave anti-Assad…

Per questo motivo, dal momento che McCain sarà  il prossimo ospite di The Global Conversation risponderà ad alcune delle domande che verranno inviate all’hashtag su Facebook e Twitter #AskMcCain, noi ne proponiamo qualcuna, invitandovi a fare altrettanto:

1- Come mai lei è in prima fila per difendere i diritti umani contro Assad e Putin mentre invece quando si tratta di prendere posizione contro Erdogan e l’Arabia Saudita tace?

2- Quando lei si è recato a Kiev per protestare contro Yanukovich e dare la sua solidarietà alla piazza non ha visto nessuna bandiera neonazista?

3- Se le si mostrasse la cartina dei confini della Nato nel 1989 e quella di oggi, non si potrebbe sostenere che è la Russia ad essere stata accerchiata e non viceversa?

4- Dal momento che Yanukovich in Ucraina era un presidente democraticamente eletto, il cacciarlo con proteste di piazza e manifestanti armati che hanno sparato contro le forze dell’ordine non può configurarsi come un vero e proprio Golpe?

5- Se negli Usa scoppiasse una rivolta armata con manifestanti che sparano contro le forze dell’ordine, lei non sarebbe uno dei fautori del pugno di ferro e della repressione da parte del governo? Come mai questo stesso diritto viene negato ad altri paesi come la Siria?

6- Se lei diventasse presidente degli Stati Uniti sarebbe disposto a utilizzare ogni mezzo, anche militare, pur di contrastare gli interessi della Russia?

7-Il fatto che il nuovo governo di Kiev utilizzi bande di neonazisti che hanno commesso e commettono crimini nei confronti della popolazione civile non la turba minimamente?

8- Quando avete partecipato ai raid contro Muammar Gheddafi non si è esitato a coinvolgere anche gli estremisti islamici più radicali. Erano meglio loro del Colonnello?

9- Dopo la guerra preventiva all’Iraq di Saddam Hussein non pensate che la politica estera Usa abbia perso ogni credibilità?

10- Se lei dovesse buttare già da una torre un comunista o un nazifascista, chi butterebbe per primo?

photo credit: <a href=”https://www.flickr.com/photos/wigwam/2187911803/”>Wigwam Jones</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/”>cc</a>

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top