Torino. Lacrimogeni al corteo. Gli studenti resistono | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 14 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Torino. Lacrimogeni al corteo. Gli studenti resistono

A Torino, l’appuntamento per gli studenti, è stato dei più classici: piazza Arbarello ore 9.30. 

picture from demotix.com

Ciò che non è stato classico invece, è stato il percorso svolto dal corteo. Infatti, anzichè dirigersi verso la centralissima Piazza Castello, il corteo ha puntato Porta Susa, sanzionando prima la sede torinese del Ministero delle Infrastrutture, poi, a pochi metri di distanza, l’edificio della Agenzia delle Entrate, con fumogeni e lanci di uova.

Il corteo, composto da circa quindicimila studenti, si è poi diretto presso il cantiere del grattacielo che, una volta ultimato, sarà nuova sede della provincia. Il paradosso è che nel comune più indebitato d’Italia, che sta pagando ancora i debiti delle olimpiadi invernali del 2006, si dica agli studenti che loro stessi devono provvedere a tagliare l’erbe delle scuole, investendo poi dei fondi per un grattacielo.

E’ stata occupata momentaneamente la sede della provincia, e anche un vecchio commissariato di polizia, da tempo abbandonato, per la riorganizzazione di una residenza atta ad ospitare studenti fuori sede a cui, nonostante gli fosse garantita per meriti scolastici, non è stata concessa la borsa di studio. L’occupazione avviene a poco tempo dopo lo sgombero della residenza Verdi 15 e la occupazione di un altro stabile.

VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DEL TRIBUNO

A.Assorgia

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top