Torino: sgomberati gli studenti della residenza Verdi | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 24 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Torino: sgomberati gli studenti della residenza Verdi

Polizia di nuovo protagonista a Torino. A farne le spese, ancora una volta, sono gli studenti.

Questa volte le vittime delle forze dell’ordine sono gli studenti che, fino a questa mattina, da oltre un anno, risiedevano nella residenza situata in Via Verdi, occupata da studenti fuori sede che, privati della borsa di studio a cui avevano diritto, si sono trovati con l’oggettivo problema del non avere alcun posto dove stare.

Questa mattina, intorno alle 9.30, gli agenti di polizia si sono presentati alla residenza, con un folto numero di blindati alle spalle. Immediatamente, mentre l’edificio veniva reso inaccessibile, all’esterno si è formato un presidio di protesta, composto per lo più da studenti, che è andato a crescere di numero col passare dei minuti, fino a quando si è trasformato in un corteo che, per protesta, si è diretto verso la sede della regione, autore materiale del disagio che da più di un anno decine e decine di persone hanno dovuto subire.

A questo punto la polizia ha pensato bene di caricare per ben tre volte gli studenti nella centralissima Piazza Castello, con una violenza che nei tg, sicuramente, verrà declassata con il termine «cariche di alleggerimento».
Dopo ciò, il corteo, con numero di partecipanti in continua crescita, ha provato a dirigersi in Piazza del Municipio, sotto la sede del comune, a poca distanza da quella della regione, ma, ancora una volta, è stato barbaramente caricato e sono stati lanciati almeno 5 candelotti di lacrimogeni.

Il corteo è poi tornato verso la residenza, e una volta giunto alla sede della mensa, ha simbolicamente «espropriato» del cibo, consumato in maniera collettiva sulle scalinate di Palazzo Nuovo.

Il problema grave ora, è quello di sistemare decine e decine di persone che al momento rischiano di trovarsi letteralmente per strada. Per il momento avranno la possibilità di stare all’interno della sede universitaria di Palazzo Nuovo, dove a breve dovrebbe cominciare un’assemblea.

Tutto ciò per cosa? Non esiste alcun progetto sull’edificio della residenza. Non appartiene ad un privato. I ragazzi non hanno mai creato alcun problema, anzi, avevano disposto una sala studio, oltre all’aver organizzato numerosi serate e dibattiti.
Non esiste alcun motivo plausibile per questo sgombero, se non quello di voler ancora una volta stringere le catene della repressione.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

A.Assorgia

Link Sponsorizzati:

Nessun commento

  1. questa e una vera vergogna quando finiranno queste atroci ingiustizie? italiani tutti uniti per la ribeglione contro lo stato e chiunque sta dalla parte di essi e dalla parte della politica che ci an tolto completamente tutti i nostri sacrosanti diritti e ingiusto e vogliamo goiustizia o essere dei codardi?

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top