Tragedia senza fine a LampedusaTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Tragedia senza fine a Lampedusa

Tragico naufragio a Lampedusa dove in un barcone carico di migranti un incendio ha seminato morte. Il bilancio momentaneo è di 82 morti, e le forze dell’ordine hanno arrestato uno scafista. 

Photo Credit

Inferno a largo delle coste di Lampedusa dove purtroppo dobbiamo raccontare l’ennesima tragedia del mare. Un barcone carico di immigrati ha preso fuoco a largo e si è probabilmente inabissato a causa delle fiamme, con un bilancio momentaneo molto duro che parla di 82 corpi recuperati tra i quali anche una donna incinta e due bambini. Si tratta di una tragedia del mare vergognosa  originata o da un fuoco acceso dagli stessi migranti per farsi avvistare dai soccorsi, o da un cortocircuito. I soccorritori sono arrivati a bordo di quattro pescherecci e hanno cercato di salvare i superstiti ma lo scenario che hanno trovato davanti a loro era a dir poco spettrale con cadaveri dappertutto. Il sindaco ha poi annunciato ai microfoni di Sky Tg 24 che le forze dell’ordine avrebbero arrestato uno scafista. Secondo le testimonianze di alcuni soccorritori del barcone naufragato vi sarebbero ancora in acqua un centinaio di migranti. Sembra incredibile ma il barcone affondato trasportava secondo l’agenzia Ansa qualcosa come cinquecento persone. Il barcone, tra i dieci e i quindici metri, non è stato intercettato, quindi si è spinto vicino alla costa dove dopo l’incendio si è rovesciato in acqua. A quel punto i naufraghi sono stati soccorsi con i pescatori, ora coordinati da Guardia costiera e Guardia di finanza nelle operazioni di salvataggio. Fino ad ora sono giunti in porto circa 120 naufraghi salvati dalle motovedette e da alcune barche da diporto che stanno partecipando ai soccorsi. L’allarme è stato dato dall’equipaggio di due pescherecci che transitavano nella zona. Si tratta dell’ennesimo naufragio finito in un dramma, un naufragio che avviene nell’indifferenza generale dell’Europa che non si cura delle continue partenze di disperati che cercano di raggiungere l’Europa. Per i migranti morti nel Mediterraneo nessuno si indignerà, non è di moda.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top