Tunisia. In piazza in 40.000 contro il governoTribuno del Popolo
venerdì , 20 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Tunisia. In piazza in 40.000 contro il governo

Decine di migliaia di persone si sono radunate nella periferia di Tunisi per chiedere le dimissioni del governo guidato dai moderati islamici di Ennahda.

Photo Credit

A migliaia si sono radunati in strada nella periferia di Tunisi per protestare contro il governo di Ennahda, incapace di gestire una crisi che sta mettendo a repentaglio la tenuta delle istituzioni tunisine. Qualche ora prima, il presidente dell’Assemblea nazionale costituente, Mustapha Ben Jaafar, aveva annunciato la sospensione dei lavori, fino all’avvio dei negoziati per risolvere la crisi politica in cui versa il Paese. In Tunisia tutto sembra andare verso lo scontro frontale tra islamici e laici, e proprio questi ultimi sono scesi in piazza in 40.000, lanciando un segno inequivocabile al governo islamico di Ennahda.  “Il popolo vuole la caduta del regime”, hanno gridato diversi giovani, gli stessi che gridavano questi slogan contro Ben Alì, quando cominciò la Primavera Araba che sarebbe poi esplosa in tutto il Medio Oriente. Molti partecipanti mostravano la bandiera della Tunisia, altri le immagini dei due leader dell’opposizione laica e progressista, Mohamed Brahmi e Chokri Belaid, uccisi a pochi mesi di distanza l’uno dall’altro. La responsabilità, quanto meno morale, dei due assassinii viene addossata al partito islamico al potere, che invece nega ogni accusa. Stando così la situazione appare chiaro come la Tunisia sia sull’orlo di collassare. Senza una mediazione o un gesto da parte di Ennhada infatti, il rischio è quello di un muro contro muro incontrollabile.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top