Tunisia. Vittoria di EssebsiTribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Tunisia. Vittoria di Essebsi

Tunisia. Vittoria di Essebsi

L’ex premier Béji Caïd Essebsi ha vinto le presidenziali in Tunisiacon il 55,68% dei voti, davanti al presidente ad interim uscente Moncef Marzouki. Lo ha reso noto la Commissione elettorale. Il laico Essebsi ha avuto 1,7 milioni di voti al ballottaggio di ieri, contro i circa 1,3 milioni del suo rivale (44,32% dei suffragi).

Fonte: Oltremedianews

Elezioni molto “calde”. Già a novembre le autorità hanno denunciato attacchi terroristici.

È entrato in politica subito dopo l’indipendenza della Tunisia nel 1956, come consigliere diHabib Bourguiba, che nel 1957 era divenuto il primo Presidente della Repubblica tunisina.

Essebsi è ricomparso sulla scena politica il 27 febbraio 2011, con la sua nomina a Primo ministro della Tunisia al posto di Muḥammad Ghannūshī, dopo la  Rivoluzione dei Gelsomini che in gennaio aveva portato alla caduta di Ben Ali. Il suo scarso coinvolgimento nella politica del Paese all’epoca di Ben Ali ha fatto di lui un buon successore di Ghannūshī, dimessosi a seguito di violenti scontri tra studenti e polizia e impopolare proprio per i suoi forti legami col passato regime. Dopo le elezioni di ottobre e la vittoria di Hamadi Jebali, Essebsi ha lasciato l’incarico il 24 dicembre 2011.

Il 16 giugno 2012 ha fondato Appello della Tunisia (Nidāʾ Tūnus), partito politico di orientamento laico e progressista, che alle elezioni legislative del 27 ottobre 2014 ha registrato un’affermazione sostanzialmente inattesa, sopravanzando il partito islamico al potere di Ennahda, che ha ottenuto solo il secondo posto nei risultati provvisori.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top